“Addio, ci hai fatto sognare e commuovere”. Lutto nel cinema, un altro attore straordinario che se ne va

Una notizia bruttissima, l’ennesima di questo 2020 che si è portato via tantissimi nomi illustri. Dopo Sean Connery, un altro grandissimo attore internazionale si è spento. La morte dell’attore, protagonista di film indimenticabili, è sopraggiunta all’età di 84 anni. Stando a quanto appreso, non era stato colpito dal coronavirus, ma finora non sono state comunicate le cause del suo decesso. Generazioni di persone sono state contaminate dalla sua eccezionale e infinita bravura.

Se n’è andato dunque Claude Brasseur, come ha annunciato l’agenzia France Presse, che ha ricevuto la triste notizia dall’agente dell’84enne: “Claude Brasseur è mancato in pace e serenità circondato dalla sua famiglia. Brasseur sarà sepolto a Parigi secondo le norme sanitarie e riposerà accanto al padre Pierre Brasseur al cimitero Pièce-Lacahise di Parigi”. In particolare, tutto il mondo lo ricorda per un’interpretazione in uno dei film più importanti degli anni Ottanta, ‘Il tempo delle mele’. (Continua dopo la foto)


Era nato in una famiglia composta da attori e la sua carriera professionale si era avviata nei teatri in veste di comico. Impossibile non ricordarsi la sua interpretazione del papà di Sophie Marceau ne ‘Il tempo delle mele’ e ‘Il tempo delle mele 2’. Nel suo paese di origine, la Francia, era adorato. Non a caso, era stato anche in grado di conquistare il prestigioso César con il film ‘Guerra tra polizie’ del 1979. Era considerato un uomo molto simpatico, oltre che un artista molto popolare. (Continua dopo la foto)

Nonostante avesse già interpretato ruoli veramente importanti, fu quando diventò il padre di Marceau ne ‘Il tempo delle mele’ che riscosse il maggior successo. Nella pellicola era un dentista. Per quanto riguarda invece le sue ultime esperienze cinematografiche, nel 2005 ha preso parte a ‘Un po’ per caso, un po’ per desiderio’ e nel 2018 a ‘Tutti in piedi’. Era decisamente molto noto anche in Italia, visto che ha lavorato in diverse commedie nostrane che hanno ottenuto gran successo. (Continua dopo la foto)

Dunque, nella nostra Penisola ha collaborato a capolavori come ‘Gli eroi’ di Duccio Tessari, ‘Aragosta a colazione’ di Giorgio Capitani, ‘Quando la coppia scoppia’ di Steno. Oltre che del mondo del cinema, era un grande appassionato di corse automobilistiche. Nel 1983 aveva infatti affiancato Jacky Ickx nel Rally Dakar, vinto dalla coppia a bordo di una Mercedes 280 G.

Uomo infettato dall’influenza aviaria H5N6 in Cina, ricoverato in terapia intensiva