Questo sito contribuisce alla audience di

L’indovino le lascia un’inquietante profezia ma nessuno bada troppo a quelle sinistre parole. Finché, pochi giorni dopo, non va realmente in scena una tragedia assurda

 

Una tetra profezia, come se ne leggono spesso nelle trame di angoscianti romanzi o film dell’orrore. Che purtroppo, per un drammatico scherzo del destino, si è rivelata vera. Un caso assurdo quello che ha visto perdere la vita questa donna di nome Kimmy Varma, 64 anni, che viveva nella città di Cheltenham in Inghilterra. Poche settimane prima di morire, i parenti raccontano che si erano recati da un indovino per farsi leggere il futuro e sapere cosa sarebbe successo a lei, ignara di tutto, che viveva un periodo particolarmente delicato della sua vita ed era disperatamente a caccia di riscatto. Erano entrati così nello studio di un indovino di origini indiane che aveva lasciato loro un monito inquietante: “Stia attenta a ringhiere, davanzali e parapetti nei prossimi giorni. Se si avvicina le conseguenze potrebbero essere gravissime”. Loro non avevano badato a quelle sinistre parole senza riportarle alla diretta interessata. Una ventina di giorni dopo la tragedia dalle dinamiche allucinanti: la Varma, fumatrice, decide di accendersi una sigaretta ma per non lasciare uno sgradevole odore di fumo in casa infila la testa tra le inferriate della finestra al piano superiore dell’edificio, come fatto tante altre volte in passato. Il collo però le si incastra in una delle barre curve e lei non riesce più a liberarsi: lotta per diversi minuti, aggrappandosi alle tende come dimostrato successivamente dagli investigatori. Ma non c’è niente da fare: la donna muore soffocata, con il corpo scoperto successivamente da un ragazzo che facendo jogging da quelle parti aveva notato qualcosa di strano passando fuori dal cancello dell’edificio. (Continua a leggere dopo la foto)


Kimmy viveva un momento poco felice della sua vita: si era da poco separata dal marito e aveva avuto di recente problemi con l’alcol, iniziando una faticosa battaglia per cercare di rimettere insieme i cocci della sua esistenza. A raccontare l’incontro con il guru indiano che le aveva di fatto predetto la morte è la figlia Pia, disperata, sulle pagine della testata britannica Sun. “Una mia zia mi ha telefonato una ventina di giorni di prima per dirmi di essere stata da un indovino. Le aveva parlato di mia mamma e lui l’aveva messa in guardia. Nessuno di noi però aveva detto niente a mia madre, non potevamo pensare che sarebbe successo davvero qualcosa di brutto”. (Continua a leggere dopo le foto)

{loadposition intext}

 

L’incidente è stato classificato come incidente dagli agenti che sono intervenuti sul posto dopo aver ricevuto la segnalazione di un passante: “Abbiamo dovuto sfondare la porta, visto che nessuno era in casa. Una volta saliti al piano superiore abbiamo trovato la donna con il collo incastrato fuori dalla finestra. Liberarla è stata difficilissima, visto anche il rigor mortis sopravvenuto nel frattempo. Purtroppo per lei non c’era più niente da fare: al momento del nostro arrivo era già morta. Una storia che ha scioccato tutti noi, veramente difficile credere che sia potuto succedere davvero”.

“Il 23 settembre è la fine del mondo”. Il ritorno della profezia del veggente Samuele: l’antichissimo pianeta scoperto dai sumeri sta arrivando. La spiegazione della Nasa su quello che sta succedendo: “Visibile a occhio nudo”