Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro

Bimba di 4 anni violentata dal vicino di casa, muore tre giorni dopo

  • World

Tragedia in famiglia. La famiglia della piccola bimba di appena 4 anni chiede giustizia. Una storia che lascia senza parole quella della piccola Khadija Adamu vittima di stupro. Dopo aver lamentato dolori alle parti intime, chiude per sempre i suoi teneri occhi dopo qualche giorno.

Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro. Le parole del padre Mohammed rilasciate nel corso della lunga intervista alla BBC lasciano comprendere l’atrocità della vicenda: “Quando sua madre le ha fatto pressioni, ha detto che il nostro vicino l’ha invitata nella sua stanza e le ha dato dei biscotti prima che si togliesse i pantaloni dicendo che l’avrebbe uccisa se lo avesse detto a qualcuno”.

Leggi anche: “Il suo corpo era lì”. Strazio per la morte di Tiziano, l’allarme lanciato dalla famiglia

Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro


Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro: il racconto del papà

Il racconto del papà della piccola Khadija Adamu prosegue: “Quella mattina l’abbiamo portata d’urgenza in ospedale dove i medici l’hanno controllata e ci hanno confermato che aveva subito penetrazioni nelle sue zone intime, il rapporto ci ha scioccato”. Dopo le parole del medico, i genitori della vittima hanno raggiunto la stazione di polizia di Kwana Hudu per riferire cosa “è successo e come il vicino ha usato dolci e biscotti per attirarla nella sua stanza”.

Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro

Purtroppo per la piccola bimba di appena 4 anni ogni speranza è persa. Khadija Adamu “due giorni dopo, cioè il 29 settembre, ha iniziato a stare poco bene e quando l’abbiamo portata di corsa in ospedale i medici hanno confermato che era morta”, riferisce ancora l’uomo.

Khadija Adamu muore a 4 anni dopo uno stupro

In seguito al decesso della bambino, le autorità restano in attesa del rapporto dall’ospedale per aver conferma o meno sul collegamento tra la morte e lo stupro. Nel frattempo è stato arrestato il vicino di casa di Khadija, un 37enne che il padre “conosce molto bene”, ovvero “una persona che salutiamo, quindi l’intera faccenda mi ha scioccato” ha riferito ancora Mohammed.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004