Grida “Allah akbar” e le assalta a colpi di machete! È di nuovo terrore: due poliziotte gravemente ferite. Ecco cosa è successo

 

La follia dell’Isis (e chi per loro) continua senza sosta e torna a mettere paura in Belgio. Non sembra passato poi molto dall’attentato compiuto all’aeroporto. Oggi, invece, due poliziotte sono rimaste ferite in un attacco con machete a Charleroi, in Belgio. Secondo quanto riferito dalla tlevisione Rtl, un terzo poliziotto ha sparato contro l’aggressore, uccidendolo. L’assalitore, secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, prima di attaccare ha urlato “Allah akbar”.

Dopo essere stato colpito è stato trasportato in ospedale, dove è deceduto.


(Continua a leggere dopo il video)

 

{loadposition intext}

Una delle due agenti ha riportato lesioni profonde al volto ed è stata portata insieme alla sua collega in ospedale. La seconda poliziotta è stata ferita solo in modo lieve. L’assalitore era riuscito in qualche modo a eludere il dispositivo di sicurezza eretto intorno al principale commissariato della città belga, situato una sessantina di chilometri a sud di Bruxelles. 

(Continua a leggere dopo il tweet)

 

Le forze dell’ordine hanno chiuso l’area dell’attacco, boulevard Pierre Mayence, che si trova nel centro di Charleroi. Rimarrà inaccessibile al pubblico fino al termine delle indagini. La vicenda è attualmente al vaglio anche dell’Ocam, l’anti-terrorismo federale.

 

Ti potrebbe interessare anche:  Isis, jihadisti contraggono l’Aids dalle “schiave del sesso”. Ma per loro il califfo ha deciso una morte più “utile alla causa”…

 

Pubblicato il alle ore 17:15 Ultima modifica il alle ore 11:31