maltempo germania morti dispersi

Disastro maltempo: bombe d’acqua e inondazioni. Morti e dispersi, gente sui tetti per salvarsi

Un vero disastro. La Germania occidentale sta vivendo in queste ultimi giorni di pioggia continua un incubo. E oggi giovedì 15 luglio si fa la conta dei morti e dei dispersi: piogge torrenziali e maltempo hanno spazzato via sei case da un fiume e sono almeno quattro, ma c’è chi come Rainews parla di sei, le persone morte e 50 i dispersi. Secondo la polizia di Colonia “molte di queste persone” si trovano sui tetti delle proprie case nel comune di Schuld, nella Renania-Palatinato. E quel che è peggio è che per le prossime ore continueranno a cadere piogge abbondanti in queste zone già stremate.

Enormi disagi e centinaia di allagamenti si stanno verificando in molte zone del Paese, soprattutto in alcuni centri del Nordreno-Vestfalia. In particolare la situazione risulta difficilissima nella cittadina di Hagen, dove, riporta la polizia, la gente è “disperata” per l’enorme quantità d’acqua che ha allagato numerosi scantinati, i tipici “keller” delle case tedesche. Ben cento rifugiati hanno dovuto abbandonare il centro di accoglienza in un edificio scolastico a Erkrath, nei pressi di Duesseldorf, a causa delle inondazioni.

maltempo germania morti dispersi

Al momento sono addirittura 24 le case a rischio crollo e come detto in numerosi villaggi molti cittadini sono fuggiti sui tetti delle case per essere salvati. I soccorritori stanno cercando di raggiungere queste persone con i gommoni nelle strade trasformate in fiumi d’acqua. Le autorità invitano a restare in casa e “salire ai piani superiori se necessario”. Molti gli interventi dei vigili del fuoco che hanno salvato automobilisti rimasti bloccati con i veicoli in sottopassaggi allagati.


maltempo germania morti dispersi

Oltre all’esondazione di corsi d’acqua il maltempo ha provocato ha provocato l’allagamento di strade, edifici, interi quartieri e lo sradicamento di alberi. Come si vede in numerose foto gli abitanti delle zone maggiormente colpite si sta adoperando per creare delle protezioni dall’acqua intorno alle proprie case. Il livello dell’acqua raggiunto in molte località è impressionante.

In realtà il maltempo imperversa già da alcuni giorni e nel cuore dell’Europa, colpiti anche i Paesi Bassi, il Belgio e la Svizzera. Nella giornata di martedì 13 luglio i servizi di emergenza sono stati presi d’assalto dalle richieste di aiuto per strade e cantine allagate e hanno faticato a rispondere a tutti. Anche il fango delle frane, oltre all’acqua abbondante, ha invaso le strade, bloccando i collegamenti tra diverse città. Alcune strade semplicemente oggi non esistono più. Per il servizio meteorologico tedesco sono caduti 80 litri di pioggia per metro quadrato nell’arco di 12 ore.

Pubblicato il alle ore 11:00 Ultima modifica il alle ore 11:00