Gabby Petito morta

“Il corpo senza vita è il suo”. La 22enne scomparsa, morta in un viaggio col fidanzato. “È stata uccisa”

Si torna a parlare del giallo sulla morte di Gabby Petito, la ragazza di 22 anni scomparsa mentre era in viaggio con il fidanzato. La giovane blogger è stato ritrovato nel Bridger-Teton National Forest, in Wyoming (Usa). In queste ore il medico legale ha confermato quello che ormai tutti avevano capito: il corpo rinvenuto domenica è di Gabby. Ad annunciarlo è l’Fbi, spiegando che per gli specialisti l’ipotesi più probabile della sua morte è un omicidio.

“Il medico legale della contea di Teton, il dottor Brent Blue, ha confermato che i resti sono quelli di Gabrielle Venora Petito, alias Gabby Petito, data di nascita 19 marzo 1999”, scrive l’agenzia federale su Twitter. Ma qui le cose si fanno ancora più torbide: “La determinazione iniziale del dottor Blue sulla modalità della morte è omicidio. La causa della morte rimane sospesa in attesa dei risultati finali dell’autopsia”. Poco dopo la divulgazione dei particolari dell’Fbi, la famiglia di Brian Laundrie, il fidanzato della ragazza morta, ha espresso le proprie condoglianze: “Che Gabby riposi in pace”.

Gabby Petito morta

Il giovane fidanzato di Gabby Petito è scomparso il 14 settembre, dopo essere rientrato a casa dalle vacanze senza la fidanzata. Nessuno della sua famiglia sa dove sia: le ricerche sono in corso nella vasta area del Carlton Reserve, in Florida, dove pare si sia diretto prima di sparire nel nulla. Secondo quanto dichiarato alla Cnn da Todd Garrison, capo della polizia di Northe Port (Florida), “potrebbe essere ovunque”.


Gabby Petito morta

Nei giorni precedenti gli agenti dell’Fbi hanno perquisito l’abitazione di Laundrie, dove sono rimasti diverse ore. Emerge intanto una nuova testimonianza, secondo cui Brian Laundrie avrebbe aggredito fisicamente la fidanzata Gabby Petito alcune settimane prima della sua sparizione.

Gabby Petito morta

Si tratta di una telefonata al 911, risalente al 12 agosto, la cui registrazione audio è stata diffusa dai media statunitensi. Quel giorno la coppia si trovava nella città di Moab, in Utah, dove un testimone avrebbe visto Brian schiaffeggiare Gabby Petito al culmine di una lite. L’uomo avrebbe colpito più volte la ragazza, mostrandosi particolarmente agitato.

Pubblicato il alle ore 10:46 Ultima modifica il alle ore 12:03