gabby petito morta strangolata

“È stata ammazzata”. Svolta nel giallo della vip 22enne: “Si tratta di omicidio”. Ed è sempre di più caccia all’uomo

È stata ammazzata la giovane influencer, morta a 22 anni: è questo l’esito dell’autopsia eseguita sul corpo di Gabby Petito. La famosa giovane era scomparsa a fine agosto mentre stava facendo un viaggio ‘on the road’ per l’America con il fidanzato. Il suo corpo era poi stato ritrovato senza vita nella National Forest del Wyoming dopo poco meno di quattro settimane. Alla fine è arrivata la conferma di quello che molti sospettavano: si tratta di omicidio. Anche le tempistiche risulterebbero: la morte risalirebbe proprio ai giorni della scomparsa.

Nel frattempo in tutta America, continua la caccia al principale sospettato: l’Fbi è infatti alla ricerca di Brian Laundrie, storico fidanzato 23 enne di Gabby Petito, che si è reso irreperibile da quando i genitori della giovane ne avevano denunciato la scomparsa. Su di lui pende un mandato di cattura emesso per aver usato una carta di credito intestata alla ragazza tra il 30 agosto e il 1° settembre, dopo che l’influencer era già stata uccisa. Un’accusa “minore” per permettere di fermare il fidanzato per poter accertare il suo ruolo nella drammatica vicenda.

gabby petito morta strangolata

Steve Bertolino, l’avvocato di Laundrie, ha comunque cercato di minimizzare le responsabilità del suo assistito, spiegando che “il mandato di arresto per Brian Laundrie è correlato ad attività avvenute dopo la morte di Gabby Petito e non legate alla sua effettiva scomparsa”. Una storia che sta sconvolgendo il mondo intero, quella di Gabby che era famosa e seguita sui social.


gabby petito morta strangolata

Di fatto l’omicidio ha interrotto il racconto sui social che la ragazza stava facendo del viaggio su un furgone attrezzato come camper per girare boschi e praterie degli Stati Uniti. Gabby Petito, che prima del viaggio viveva nella casa dei genitori del fidanzato a North Port (in Florida), è stata vista viva l’ultima volta il 27 agosto a Jackson Hole, nel Wyoming, a meno di cinquanta chilometri da dove sono stati poi ritrovati i suoi resti.

gabby petito morta strangolata

In quell’occasione, ha raccontato un testimone, era intervenuta per sedare una violenta lite fra Brian Laundrie e una hostess in un ristorante Tex-Mex: “Gabby Petito era visibilmente arrabbiata. Era davvero sconvolta. Lei stava piangendo”. In precedenza, come testimoniata da un video diffuso dalla polizia dello Utah, la coppia era stata protagonista di una burrascosa lite che aveva reso necessario l’intervento degli agenti, ai quali i due avevano dichiarato di essere innamorati l’uno dell’altra e che presto si sarebbero sposati.

Pubblicato il alle ore 07:43 Ultima modifica il alle ore 07:43