“La strada non esiste”. Polizia pensa a uno scherzo telefonico e non interviene: Florencia uccisa a soli 14 anni

Una brutta storia viene dall’Argentina. Una vicenda che invita a riflettere seriamente sui tanti rischi presenti sui social network e che sta provocando numerose polemiche. Siamo a Guaymallen, dipartimento nella provincia di Mendoza, e Florencia Romano conosce su una pagina social Pablo Aranciba. L’uomo ha dei precedenti per molestie ai danni di minori e episodi di violenza sulle donne, ma questo ovviamente la 14enne non lo sa.

Florencia si reca così a casa dell’uomo. È l’inizio dell’incubo, un incubo che l’uomo ha progettato in ogni dettaglio. La vicenda si conclude con la morte della giovane, l’uomo e la fidanzata finiscono sul banco degli imputati. Tutto è iniziato navigando in rete, su Instagram, sembrava l’inizio di un’amicizia, si è rivelata una trappola mortale. Non solo, a quanto pare uno dei vicini ha provato a chiamare i soccorsi, ma qualcosa è andato storto e Florencia è stata lasciata sola. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Florencia è stata attratta da alcune immagini postate dall’uomo sul suo profilo social, in particolare la foto di una piscina casalinga. La ragazza ha accettato l’invito dell’uomo e si è recata a casa sua. Lì probabilmente Aranciba ha tentato di abusare della ragazza che deve essersi ribellata e nella colluttazione ha avuto la peggio. Un vicino ha sentito delle urla e ha chiamato la polizia. Gli agenti, però, non hanno trovato la via indicata e, pensando ad uno scherzo, non hanno dato credito alla richiesta di soccorso. (Continua a leggere dopo la foto)

Alcuni giorni dopo il cadavere della ragazza, la cui scomparsa era stata denunciata dai genitori, è stato ritrovato in un canale di irrigazione in una zona periferica nelle vicinanze della casa di Aranciba. Il corpo di Florencia era avvolto in diverse coperte ed in parte bruciato. Gli investigatori hanno capito tutto risalendo ai contatti social dell’uomo. Inoltre Aranciba è stato visto mentre acquistava una tanica di benzina. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo la ricostruzione della polizia Pablo Aranciba e la compagna hanno seviziato Florencia, poi l’hanno uccisa e infine si sono liberati del corpo dopo aver tentato di bruciarla. A questo punto ci saranno sicuramente delle verifiche sull’operato della polizia. Bisogna capire se nel corso della telefonata ci sono state delle incomprensioni e perché la via indicata dal vicino di casa non compariva nei database. Quel che è certo è che Florencia non tornerà più a casa.

Uccide la moglie e poi si toglie la vita: i parenti hanno lanciato l’allarme dopo alcuni messaggi sui social