“Non potevo stare con lui”. Lascia il marito dopo la terribile scoperta, il dolore di Caroline: “Sono sconvolta”

Uomo di 67 anni colpevole di aver ucciso due ragazze e accusato di aver abusato di almeno 100 cadaveri. I fatti risalgono al 1987 ma per lungo tempo sono rimasti irrisolti. Sul caso del 67enne di Heathfield, David Fuller, torna a parlare per la prima volta la moglie dell’uomo, fornendo ai media alcuni dettagli sull’intera drammatica vicenda.

Ad ammettere l’omicidio di Wendy Knell e Caroline Pierce, lo stesso David Fuller, accusato non solo di aver ucciso le due giovani ragazze ma anche degli abusi sessuali commessi sui cadaveri negli obitori all’interno dell’ormai chiuso Kent and Sussex Hospital e del Tunbridge Wells Hospital. Dopo diverso tempo, parla la terza moglie di David.

David Fuller abusi sessuali 100 cadaveri moglie

“Non potevo continuare in quella relazione. Sono troppo sconvolta anche solo per pensare a quello che stava succedendo, non potevo conviverci. Nessuno può immaginare quanto questa cosa mi abbia destabilizzata. Non potevo restare in quella casa sapendo cosa David faceva. Volevo solamente stare da sola e vivere tranquillamente la mia vita”. ha detto la donna al MailOnline.


David Fuller abusi sessuali 100 cadaveri moglie

La prima moglie di Fuller, Gill Palmer, sposò Fuller nel 1972 a Portsmouth e la coppia ebbe un figlio e una figlia. Il matrimonio terminò con un divorzio e mentre Fuller rimase nel sud, sposandosi altre due volte, Gill si trasferì a nord.

David Fuller abusi sessuali 100 cadaveri moglie
David Fuller abusi sessuali 100 cadaveri moglie

Gemma Keena, 39 anni, la figlia di Gill, nata da una relazione successiva, ha avuto poco a che fare con il padre del fratellastro e della sorella, ma ha raccontato a Mailonline dell’effetto devastante che i suoi crimini avevano avuto su sua madre e sui suoi fratelli: ‘Sono così scioccati, i dettagli sono insopportabili”, ha detto.

Pubblicato il alle ore 14:01 Ultima modifica il alle ore 14:01