incendio cipro 4 morti

“È un inferno”. Fiamme e devastazione ovunque. Corsa contro il tempo per fermare il rogo, già 4 i morti

Sono immagini scioccanti quelle che arrivano da Cipro. Un incendio di vaste dimensioni si è sviluppato a partire dalle 2 di notte di sabato 3 luglio nella foresta di Troodos, nella parte meridionale di Cipro. Le fiamme, complice il gran caldo di questi giorni, hanno imperversato nel quartiere di Arakapas, a nord della città portuale di Limassol. Poi hanno coinvolto altri villaggi, addirittura una dozzina. Secondo quanto dichiarato dal ministro dell’Interno Nicos Nouris ci sono quattro vittime.

I corpi carbonizzati sono stati ritrovati vicino al villaggio di Odos, nel distretto di Larnaca. Potrebbe trattarsi dei quattro cittadini egiziani dispersi da sabato. Vento e alte temperature stanno rendendo sempre più difficile la situazione. Numerosi villaggi sono stati evacuati, tante le case e gli edifici distrutti dal fuoco. Oltre venti autopompe, sei elicotteri e quattro aerei sono stati mobilitati. In azione anche le truppe britanniche di stanza presenti nelle basi inglesi dell’isola.

incendio cipro 4 morti

Già si parla di “disastro nazionale” per quello che è considerato il peggio incendio di sempre a Cipro. Case, automobili, proprietà e vaste aree di foresta, oltre 50 chilometri quadrati, sono state distrutte dalle fiamme. Vigili del fuoco, polizia, protezione civile e l’esercito sono stati schierati sul campo, oltre a centinaia di volontari. Gravi danni sono stati provocati alla comunità Hept e nel villaggio Melini. In diversi casi i vigili del fuoco sono intervenuti per salvare persone rimaste intrappolate dal fuoco.


incendio cipro 4 morti

È dall’inizio della settimana che Cipro affronta temperature molto elevate, sopra i 45 gradi. Il governo di Cipro intanto ha chiesto aiuto a Israele e all’Unione Europea. La Grecia ha inviato elicotteri e canadair. due aerei sono attesi dall’Italia. Le autorità competenti, il ministro dell’Interno Nouris e quello dell’Agricoltura Kadis hanno redato un piano affinché nessuno resti a casa.

incendio cipro 4 morti

Un uomo di 67 anni, inoltre, è stato arrestato. È sospettato di aver appiccato il fuoco ad Arakapas. L’arresto è stato possibile da un testimone che ha raccontato che l’uomo aveva acceso il fuoco nel suo campo. Il sospettato ha negato ogni coinvolgimento. “Un giorno molto difficile per Cipro. L’intero apparato statale è in piedi” sono le parole del presidente della Repubblica cipriota Nikos Anastasiades. “È una priorità non perdere vite umane – ha aggiunto – Ringraziamo Grecia e Israele per aver già risposto alla missione dell’aereo antincendio”.

Pubblicato il alle ore 11:41 Ultima modifica il alle ore 11:41