Questo sito contribuisce alla audience di

“Ci sono morti”. Incendio in ospedale, a fuoco il reparto di terapia intensiva Covid

Tragedia in ospedale Covid. Fiamme ovunque nel reparto di terapia intensiva ad Astrakhan, in Russia. La notizia è stata diffusa dall’agenzia di stampa TASS, che a sua volta avrebbe citato una fonte dei servizi di soccorso di emergenza. Non appena lanciato l’allarme, i soccorsi hanno fatto in modo di mettere in sicurezza quanti più pazienti possibili.

Fino a qualche ora fa non erano ancora emersi alcuni dettagli, ma al momento, stando a quanto riferito in una nota dal ministero delle emergenze russo, sarebbero due le vittime del rogo. Nello specifico, si apprende dai media locali, l’incendio sarebbe divampato nell’unità di terapia intensiva di una clinica per malattie infettive ad Astrakhan, in Russia, disseminando panico nel giro di poco tempo.

Astrakhan incendio 2 vittime reparto Covid ospedale

Non appena sopraggiunti i soccorsi, i reparti sono stati evacuati. Nello specifico, le fiamme hanno divorato un’area di circa 15 mq: “È stato preliminarmente stabilito che la causa dell’incendio fosse un cortocircuito”, ha detto la fonte.


Astrakhan incendio 2 vittime reparto Covid ospedale

E sempre in merito alle notizie dall’Estero, La Stampa diffonde la notizia di un altro rogo in Bangladesh, nel distretto di Jhalakati, circa 200 km a sud della capitale Dhaka, su un traghetto con a bordo circa mille passeggeri. Cause che ancora devono essere messe in luce, ma un bilancio decisamente tragico.

Astrakhan incendio 2 vittime reparto Covid ospedale
Astrakhan incendio 2 vittime reparto Covid ospedale

Infatti secondo i media locali, che citano il vice commissario di Jhalakathi Zohor Ali, il bilancio provvisorio sarebbe di almeno 36 morti e 72 feriti ricoverati in ospedale. Stando a quanto si apprende da alcuni testimoni che hanno rilasciato alcune dichiarazione ai media locali, di fronte alle alte fiamme, molti passeggeri si sarebbero lanciate nelle acque per scongiurare il peggio.

Pubblicato il alle ore 10:53 Ultima modifica il alle ore 10:54