“Era proprio lui”. Morto nel tentativo di scappare dall’Afghanistan. La tragedia

Afghanistan, tra i ‘falling men’ di Kabul, ovvero i profughi morti cadendo dall’aereo militare statunitense C-17 a cui si erano aggrappati per fuggire dal paese controllato dai talebani, anche un giocatore della nazionale giovanile di calcio.

A confermare la tragica notizia la ‘General Directorate of Physical Education & Sport’s’ dell’Afghanistan. Zaki Anwari, questo il nome di una delle giovani promesse del pallone afghano, che “ha perso la vita in un orribile incidente”.

Zaki Anwari morto falling men Afghanistan promessa calcio nazionale

La morte di Zaki è stata annunciata “con grande rammarico e tristezza”. Nello specifico, Anwari “stava cercando di lasciare il paese come centinaia di altri giovani del suo paese. È caduto dall’aereo militare americano e ha perso la vita”. Il 19enne aveva cercato di aggrapparsi alle ruote dell’aereo, ma è rimasto incastrato nel carrello d’atterraggio.


Zaki Anwari morto falling men Afghanistan promessa calcio nazionale

“Prima che l’equipaggio potesse scaricare il carico, l’aereo era circondato da centinaia di civili afgani”, sono le parole di Ann Stefanek, portavoce dell’aeronautica americana: “Di fronte a una situazione di sicurezza in rapido deterioramento intorno all’aereo, l’equipaggio ha deciso di lasciare l’aeroporto il più rapidamente possibile”.

Zaki Anwari morto falling men Afghanistan promessa calcio nazionale
Zaki Anwari morto falling men Afghanistan promessa calcio nazionale

Il nome di Zaki era stato confermato nella nazionale di calcio under 20, un titolo meritato grazie alla grande determinazione che il ragazzo metteva in tutto: “Solo tu puoi essere il pittore della tua vita, non lasciare che altri usino il pennello, non lasciare che ti disegnino come vogliono”, queste le sue ultime parole condivise su Facebook e nel cuore di molti il ricordo indelebile della maglia rossa con il numero 10.

Pubblicato il alle ore 13:36 Ultima modifica il alle ore 13:36