In ospedale con una ferita alla testa, bimbo di 1 anno muore. Arrestati i genitori


Una storia dai risvolti torbidi sui cui ora si accende una luce nera. Ha come protagonista un bambino di un anno appena e i suoi genitori adottivi. Era lo scorso 6 gennaio quando l’ambulanza era stata chiamata dai genitori perché il piccolo era rimasto vittima ‘di un incidente domestico’. Le condizioni erano apparse subito gravi e immediato il trasporto in ospedale dove il piccolo è morto 24 ore dopo.

“Era morto prima che arrivassero in ospedale, ma l’hanno tenuto in vita abbastanza a lungo da permettere ai genitori di salutarlio. Hanno spento la macchina poco dopo ed è morto lo stesso giorno”, riportano i media locali. Eppure qualcosa non aveva convinto da subito, troppo strana la dinamica e troppe falle nel racconto perché gli investigatori non si muovessero. Sono scattate le indagini. Continua dopo la foto






E per i genitori che chiedevano l’adozione del piccolo sono scattate le manette. Pesantissime le accuse omicidio, aggressione, maltrattamenti e negligenza. Succede a Barrow-in-Furness, Regno Unito, dove il piccolo Leiland Corkill aspetta giustizia. Il sovrintendente capo del detective Dean Holden ha dichiarato: “Due persone sono state arrestate nell’ambito di un’indagine in corso sulla tragica morte di un bambino di un anno a Barrow”. Continua dopo la foto







E ancora: “È in corso un’indagine da parte di un team dedicato di detective e altri specialisti al fine di stabilire le circostanze complete della morte in piena collaborazione con il medico legale”. Devastata la madre naturale del piccolo, che ha visto regolarmente suo figlio mentre era in corso il processo di adozione. Così come la nonna, Yvonne Corkill, 57. Continua dopo la foto



 


“È orribile. Era un ragazzino allegro e gioioso e non possiamo credere a quello che è successo. Ero lì quando è nato e ci sono stata alla fine. Non posso credere che tutto questo sia successo solo a un anno di distanza dalla sua nascita. È troppo da sopportare”. John Readman, direttore esecutivo di People at Cumbria County Council, ha dichiarato in una dichiarazione: “Questo è un caso profondamente angosciante e i nostri pensieri sono con la famiglia del bambino. Possiamo confermare che era accudito dall’Amministrazione locale e al momento della sua morte era stato affidato a genitori adottivi. Il consiglio di contea, come parte del Cumbria Safeguarding Children Partnership, ha raccomandato che venga effettuato un riesame di salvaguardia completamente indipendente.”

Ti potrebbe interessare: Bimbo di 2 anni ucciso a frustate da compagno della mamma: la scoperta choc sull’uomo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it