“È morta, ora è ufficiale”. A 24 ore dalla smentita, si chiude il giallo sulla morte della famosa attrice


Un giallo che si è sviluppato in pochissimi giorni, quello riguardante la morte di Tanya Roberts. La ex Charlie’s Angels data per morta, in seguito la smentita. Ora la notizia è reale e consolidata. Dapprima il portavoce dell’attrice aveva spiegato che Tanya fosse stata “attaccata ad un ventilatore, ma non è mai migliorata” per poi morire.

Poi è arrivata la rettifica, Tanya Roberts era stata data per morta erroneamente quando era ancora viva. Appena 24 ore dopo un’altra notizia: l’ex Bond Girl non ce l’ha fatta. Tanya Roberts è scomparsa a 65 anni il 4 gennaio 2021. La notizia della sua scomparsa era stata inizialmente smentita dall’ospedale in cui la Roberts è deceduta, ma la notizia è stata confermata 24 ore più tardi dal suo compagno. (Continua dopo le foto)











Prima morta, poi viva, poi di nuovo morta. Ad oggi la morte di Tanya Roberts è stata confermata. L’attrice si è spenta a 65 anni nella notte di lunedì 4 gennaio. L’errore sulla notizia della sua morte sarebbe avvenuto poiché il marito dell’attrice, Lance O’Brien, al suo fianco al capezzale, l’avrebbe creduta morta. A quel punto l’uomo, disperato, si sarebbe allontanato dall’ospedale, dando la notizia della sua morte al manager dell’attrice e al suo ufficio stampa. L’ospedale avrebbe poi immediatamente smentito la notizia (già divenuta virale), ma purtroppo 24 ore più tardi l’attrice è morta veramente. (Continua dopo le foto)



Tanya Roberts, pseudonimo di Victoria Leigh Blum, è nata a New York il 15 ottobre del 1955 ed è scomparsa a Los Angeles dopo alcune settimane di degenza in ospedale a causa di una grave infezione alle vie urinarie. La famosa attrice è nota soprattutto per aver interpretato il ruolo di Julie Rogers nella serie televisiva ‘Charlie’s Angels’ e la Bond girl Stacey Sutton in ‘007 Bersaglio mobile’ nel 1985 accanto a Roger Moore.

“È morta, chiamata in Paradiso”. Già famosa a 27 anni, ma il destino è stato spietato

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it