“Lockdown dal 1 al 20 dicembre per salvare il Natale”. Coronavirus, l’idea estrema


La proposta arriva dalla Francia. La notizia desta non poche perplessità. Tutti a casa in lockdown dal primo al 20 dicembre per mettere definitivamente ‘ko’ la diffusione del virus. Viene detto il lockdown dell’Avvento e ha una scopo ben preciso ovvero quello di salvare il Natale. La proposta è stata avanzata su Le Monde dai premi Nobel per l’Economia 2019 Abhijit Banerjee e Esther Duflo.

Fa discutere la proposta avanzata dai due economisti, secondo cui la crescita dei contagi, che in molti sostengono considerevole e in aumento esponenziale con l’inizio dei primi freddi, potrebbe essere frenata  laddove si pensasse a “vietare viaggi e riunioni familiari per Natale”. La soluzione sarebbe di chiudere tutto fra il primo e il 20 dicembre, in modo da ridurre i contagi prima delle feste. (Continua a leggere dopo la foto).







D’altronde secondo i dati emergenti dall’ultimo bollettino settimanale della sanità pubblica francese, risulterebbe maggiormente colpito il settore della scuola, con 195 focolai attivi. Numeri che parlano, dunque, e che destano preoccupazione. Dopo le scuole, infatti, si evidenziano le strutture sanitarie, al fronte di un dato ancora più disarmante che vedrebbe toccare la soglia del milione di morti nel mondo per Covid. (Continua a leggere dopo la foto).






La proposta lanciata da Esther Duflo e Anhijit Banerjee, apparsa sull’editoriale pubblicato dal quotidiano Le Monde, nasce alla luce di un ragionamento basato con dati alla mano, laddove il numero dei contagi quotidiani ha raggiunto la soglia dei 10mila casi: “Nessuno vuole fare la parte del Grinch che ha rubato il Natale, soprattutto non un presidente che vorrebbe essere rieletto. Eppure, se andiamo avanti così, l’ipotesi di un confinamento generalizzato proprio intorno alle feste di fine anno non è da scartare”. (Continua a leggere dopo le foto).



E dopo le parole rese note sull’editoriale, si è esposto anche il ministro della Sanità, Olivier Véran, che così ha affermato: “Non vogliamo riconfinare il Paese. E vogliamo che i francesi possano passare le feste di fine anno in famiglia”. La proposta del “lockdown a dicembre in tutta la Francia per salvare il Natale in famiglia” quindi di “un confinamento in tutto il territorio per il periodo dal primo al 20 dicembre” al momento resta congelata, ma si rimane in attesa di aggiornamenti.

“700 morti al giorno e fino a 40mila contagi”. Covid, lo scenario peggiore per l’Italia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it