Musica in lutto, addio a un’icona con una carriera lunghissima


Terribile perdita per la Francia ma anche per l’intero mondo della musica e del cinema. L’icona della canzone francese, Juliette Gréco, è deceduta a 93 anni nella giornata di oggi, mercoledì 23 settembre. Ad annunciare la notizia tristissima è stata l’agenzia France Presse, che ha ricevuto la stessa dalla famiglia della donna. Questo il messaggio integrale trasmesso ufficialmente dall’agenzia di stampa transalpina: “Juliette Gréco si è spenta questo mercoledì 23 settembre 2020”.

Poi: “Circondata dai suoi nella amatissima casa di Ramatuelle. La sua è stata una vita fuori dal comune”. Era nata nella città di Montpellier il 7 febbraio del 1927 ed era un autentico monumento della musica francese, un vero e proprio simbolo al di là dei confini nazionali. La si ricorda soprattutto per successi incredibili come ‘La Javanaise’, ‘Si tu t’imagines’, ‘Déshabillez-moi’ ed altri ancora. Ma nella sua vita professionale non c’è stata esclusivamente la canzone. (Continua dopo la foto)






Era soprannominata la Musa di Saint-Germain des Prés. Molto famose e conosciute nell’intero pianeta cinematografico le sue interpretazioni in veste di attrice. Tutti la ricorderanno in particolare nel film ‘Belfagor ovvero il fantasma del Louvre’. La sua carriera è stata davvero lunghissima, infatti ha lavorato per la bellezza di 70 anni. Tutti i francesi stasera si sentono sicuramente più tristi e più vuoti perché viene a mancare una figura imprescindibile della loro nazione. (Continua dopo la foto)






Suo padre era corso, mentre la sua mamma originaria della città di Bordeaux. Dopo il divorzio dei suoi genitori, è stata cresciuta dai nonni materni e ad appena sedici anni ha preso parte alla Resistenza ed arrestata dalla Gestapo. Ha anche rischiato di essere deportata dalle truppe naziste nei campi di concentramento. Grazie alla sua giovane età è stata in grado di resistere anche alla prigione di Fresnes. Un’intensa relazione l’ha avuta col trombettista Miles Davis. (Continua dopo la foto)



Si è unita in matrimonio tre volte: con l’attore Philippe Lemaire dal 1953 al 1956 (ha avuto una figlia nata nel 1954; con l’attore Michel Piccoli dal 1966 al 1977 e col pianista Gèrard Jouannest, dal 1988 al 2018, quando è morto l’uomo. Ha recitato per l’ultima volta in una pellicola cinematografica nel 2002 in ‘Everyman’s Feast’, diretto dal regista Fritz Lehner.

14enne suicida in casa, il corpo trovato dalla mamma: si scopre solo ora

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it