Il suo addio al nubilato con 4 amici bevendo liquore: la 34enne muore nel sonno


È finita in tragedia quella che doveva essere soltanto un bel momento, una festa. Voleva festeggiare quello che doveva essere il giorno più bello della sua vita. Un weekend con gli amici per brindare alle nozze imminenti e ai suoi ultimi giorni da donna non sposata. Ma Sarah Howson, 34 anni, non è mai arrivata all’altare: è morta per quello che solo adesso è stato confermato come un avvelenamento da alcol dopo aver bevuto del gin che lei stessa aveva fatto in casa.

Tutto è successo l’11 ottobre 2019, quando Sarah partì con quattro persone alla volta del Westfield Country Park di Fitling, in Gran Bretagna. Un weekend tra amici passato a bere e a mangiare che in breve tempo si è trasformato in una tragedia. I ragazzi raccontano che la seconda notte, dopo aver bevuto vino, Sarah tirò fuori una bottiglia di gin che aveva fatto in casa. (Continua a leggere dopo la foto)






Da qui i problemi. Alle 3 di notte del 13 ottobre l’hanno aiutata a mettersi a letto perché non stava bene. “Riusciva a parlare e poteva camminare – si legge in un rapporto della polizia – Gli amici le hanno messo il pigiama e l’hanno messa a letto. Sembrava molto ubriaca”. (Continua a leggere dopo la foto)






Da quello che si è capito, verso le 5 del mattino, gli amici l’hanno controllata: sembrava stesse dormendo, ma alle 6.30 si sono accorti che non rispondeva più. Le hanno effettuato un massaggio cardiaco in attesa dei medici che, una volta sul posto, non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso alle 7.04. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Subito dopo la morte il medico legale Michael Mellun ha lavorato per mesi per comprendere cosa abbia portato al decesso di Sarah e i risultati non lasciano dubbi: è stato un avvelenamento da alcol. “Una quantità eccessiva di alcol è stata assunta in un periodo di tempo relativamente breve – ha detto Mellun – All’alcol di venerdì sera si è aggiunto quello di sabato, una quantità che il corpo di Sarah non è riuscita a tollerare”.

Ti potrebbe anche interessare: ItalExit, sondaggi: Gianluigi Paragone parte dal 4% dei voti. Ma il 22% pensa di seguirlo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it