Allerta per l’invasione della “mosca nera”. Si è diffusa durante il lockdown


È allarme in Spagna per la comparsa della cosiddetta “mosca nera“, un insetto molto piccolo che adesso potrebbe invadere anche altre nazioni d’Europa. È un insetto il cui nome tecnico è Simuliidae , molto piccolo, tra 3 e 6 mm, più simile a una vespa e la cui puntura è molto fastidiosa ed è comparso a Madrid dove sta facendo parecchie “vittime”.

Come riporta il Messaggero, la “mosca nera” ha proliferato nei letti dei fiumi durante il lockdown, perché questi non sono stati adeguatamente puliti, e la situazione potrebbe rimanere la stessa ancora a lungo soprattutto durante l’estate. Le alte temperature, infatti, hanno portato a una schiusa precoce delle uova, nonché alla graduale scomparsa dei loro predatori: rondini, rondoni e pipistrelli. Questi parassiti si sono moltiplicati perché, durante il lockdown a causa della pandemia di coronavirus, i letti dei fiumi non sono stati adeguatamente puliti. (Continua a leggere dopo la foto)






In Spagna aree come Valdebebas, San Fernando de Henares o Coslada stanno già registrando visite di emergenza per le persone con punture, che causano grande gonfiore. Rosa Pérez, portavoce della Società Spagnola di Medicina di Emergenza (SEMES), ha raccomandato di indossare pantaloni lunghi, maniche lunghe e calze – poiché le caviglie sono un’area più vulnerabile – iniettare un anestetico più potente di quello delle zanzare e un anticoagulante per rendere il sangue più fluido. Gli esperti raccomandano di applicare il ghiaccio e andare al pronto soccorso se ci sono sintomi di una reazione allergica. (Continua a leggere dopo la foto)






I danni diretti provocati dai Simulidi ematofagi sull’Uomo si limitano in genere a reazioni cutanee di natura allergica (eritemi, orticarie, ecc.). Sugli animali, invece, gli attacchi massivi possono provocare reazioni anafilattiche con effetti letali per shock anafilattico, collasso cardiaco o respiratorio. La recrudescenza dei Simulidi, in questi casi, può essere tale da manifestarsi con attacchi in massa tali da penetrare nella gola dell’animale e provocarne la morte per shock anafilattico a seguito della reazione all’immissione della saliva. (Continua a leggere dopo la foto)



 

I Simulidi (Simuliidae Newman, 1834) sono una famiglia cosmopolita di insetti dell’ordine dei ditteri (Nematocera: Culicomorpha), composta da specie con femmine ematofaghe, possibili agenti di trasmissione di microrganismi patogeni a spese di uccelli e mammiferi. In Trentino-Alto Adige sono noti con il nome vernacolare di musolini ed in lingua veneta sono noti come mussati.

“È tutta finzione”. Adriana Volpe, l’attacco sui social è pesantissimo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it