Coronavirus, il presidente del Brasile Bolsonaro positivo: le sue condizioni


Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha annunciato in diretta tv di essere risultato positivo al Covid-19. Bolsonaro con indosso la mascherina ha annunciato i risultati del tampone a un gruppo di giornalisti. “Mi sento perfettamente bene”, le parole del 65enne presidente a Cnn Brasil, Record e Tv Brasil. Come riferisce il quotidiano Folha, Bolsonaro si è sottoposto all’esame dopo aver avvertito sintomi lievi, tra tosse e febbre bassa. In una nota, il ministero delle Comunicazioni ha evidenziato che lo stato di salute del presidente è “buono”.

Le voci su una possibilità positività del presidente brasiliano si rincorrevano già da alcune ore dopo che lo stesso Bolsonaro aveva detto di avere i sintomi del Covid-19. Il presidente, che ha compiuto 65 anni a marzo, aveva dichiarato di avere 38° C di febbre e una saturazione di ossigeno nel sangue del 96%, spiegando che stava assumendo idrossiclorochina. A causa dei sintomi erano stati annullati gli impegni in programma per il resto della settimana. Continua dopo la foto






Mantenendo un’abitudine praticamente quotidiana, Bolsonaro ha comunque incontrato i sostenitori nel giardino del Palácio da Alvorada, residenza ufficiale del presidente. In Brasile oltre mille persone sono risultate contagiate dal coronavirus in due impianti di lavorazione della carne, dove la direzione ha avviato test di massa per i dipendenti. Lo hanno reso noto le autorità dello stato del Mato Grosso del Sud. Continua dopo la foto






Il focolaio più grande è al momento in un impianto di lavorazione della carne suina della Jbs, dove almeno 1075 dipendenti erano risultati positivi entro il primo luglio, pari al 30% delle persone testate. Le persone risultate negative sono 2.518 , mentre si aspetta il risultato per altri 541. Altri 85 contagi sono stati riscontrati in un impianto per la lavorazione del pollame della Brf, che conta 1500 addetti. Continua dopo la foto



 


La Jbs si presenta come la più grande azienda mondiale di lavorazione della carne, mentre la Brf è la prima del mondo per l’esportazione di carne avicola. Gli impianti colpiti si trovano entrambi a Dourados, epicentro dell’epidemia nel Mato Grosso del Sud. Le due società hanno chiuso temporaneamente altri impianti nello stato del Rio Grande del sud a causa dell’epidemia di covid-19. Il Brasile è il secondo paese più colpito dall’epidemia con 1.545.458 contagi e 63.295 morti. Le persone guarite sono 978.615.

Ti potrebbe interessare: Michelle Hunziker e la gravidanza, mai sentita la conduttrice parlare così. Cosa sta succedendo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it