“Il coronavirus? Ecco chi c’è dietro”. E si filma mentre compie il folle gesto di denuncia


Incredibile quanto successo in Argentina, a Buenos Aires. Un ragazzo di 24 anni, che studia Ingegneria all’università, è stato tratto in arresto dopo aver girato un video nel quale ha svelato un particolare clamoroso sul coronavirus prima di schiantarsi con la sua automobile contro il cancello dell’ambasciata cinese. Secondo lui ci sarebbe infatti la Cia dietro la diffusione del Covid-19. L’episodio si è verificato per l’esattezza nel quartiere di Saavedra, nella parte nord della capitale.

Qui si trova appunto l’ambasciata della Cina. Il giovane si chiama Gastòn Sanda e nel filmato ha detto precisamente: “So la verità dietro al coronavirus, c’entra la Cia ed ho bisogno dell’aiuto dell’ambasciata cinese”. Successivamente, l’autore del video ha perso il controllo della sua vettura, una Toyota Corolla di colore nero, ed ha finito la sua corsa proprio contro l’ambasciata cinese. Secondo quanto riferisce ‘Infobae’, l’ambasciatore cinese Xiaoli Zou non era all’interno della stessa. (Continua dopo la foto)









Nelle fasi successive all’impatto, la stessa ambasciata del Paese asiatico ha avvisato immediatamente le forze dell’ordine, accorse sul posto. Giunti anche sul luogo dell’incidente i vigili del fuoco e gli artificieri. Alcune fonti che fanno riferimento alla polizia hanno affermato che lo studente universitario stava cercando in ogni modo di distruggere il cancello della residenza diplomatica con la parte anteriore della macchina, che si è rotta così come è esploso l’airbag. (Continua dopo la foto)






Una volta fermato dagli agenti, il 24enne si è rivolto in stato confusionale alle autorità: “Devo comunicare un messaggio molto importante all’ambasciatore, ho bisogno di chiedere asilo politico”. Durante i controlli all’interno della sua auto, non sono stati rinvenuti esplosivi né armi di alcun tipo. C’era esclusivamente un messaggio scritto a mano dal giovane, nel quale aveva annunciato l’informazione detta già nel video. Dunque sulla Cia responsabile, a suo dire, del coronavirus. (Continua dopo la foto)



Adesso Gastòn Sanda dovrà necessariamente sottoporsi ad una perizia psichiatrica per valutare il suo stato di salute mentale. A disporre questa misura è stato il tribunale. Il 24enne è accusato di un reato gravissimo: attentato all’ordine pubblico. Non resta che aspettare i risultati della perizia per sapere con certezza cosa lo abbia spinto a compiere questo gesto.

20 anni, uccide la ex come “prova d’amore” per la nuova fidanzata gelosa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it