Coronavirus, in Brasile dati spaventosi: è il terzo paese al mondo per numero di morti


I dati arrivano direttamente dalla Johns Hopkins University, un bilancio mondiale che ammonta a 6,6 milioni di positivi al Coronavirus, con 391.261 decessi. Solo in Brasile si contano 34.021 morti di Covid-19, una cifra di proporzioni gigantesche che supera anche l’Italia ed ottiene il gradino più basso del podio, dopo Stati Uniti e Gran Bretagna. I dati rilasciati dal Ministero della Salute a preoccupano ancora di più, considerando che i decessi registrati nelle ultime 24h sono 1.473, stabilendo così un nuovo record. In Brasile i nuovi contagi sono 30.925, per un resoconto totale di 614.941. Anche l’America Latina è in ginocchio a causa del Coronavirus, subito dopo il Brasile, il Perù e il Cile, e di seguito al Messico. (Continua dopo la foto)



Coronavirus, in Brasile dati spaventosi: è il terzo paese al mondo per numero di morti







Il Brasile ha superato l’Italia come il Paese con il terzo più alto bilancio delle vittime di Covid-19. I dati sono stati resi noti dal Ministero della Salute del Brasile, nella nottata di giovedì, ciò vuol dire che Stati Uniti e Regno Unito hanno registrato più morti causati dal Coronavirus. Il numero ufficiale di contagiati è salito a circa 615.000, un numero secondo solo agli USA. In una trasmissione andata in onda poco prima della pubblicazione dei numeri, il presidente brasiliano ha deciso di ricoprire una posizione piuttosto scomoda. Difatti, Jair Bolsonaro, presidente del Brasile, ha deciso di non fare alcuna menzione delle vittime per Coronavirus, proseguendo ad attaccare pubblicamente le misure di quarantena e distanza sociale. “Non possiamo andare avanti così. Nessuno può più sopportarlo. L’impatto collaterale sarà molto maggiore di quelle persone che purtroppo hanno perso la vita a causa di questi ultimi tre mesi qui”. (Continua dopo la foto)






Miguel Lago, direttore dell’Istituto per gli studi sulle politiche sanitarie del Brasile, ha dichiarato quanto la riapertura delle attività sia stata un errore fatale che potrebbe causare un dilagare di contagi e causando ulteriore affollamento nelle strutture ospedaliere, già oberatissime nella battaglia contro la pandemia. “Sono molto preoccupato… assisteremo al crollo degli ospedali in quasi tutti gli stati”, ha avvertito Lago. In conclusione, ciò che attende il Brasile è una disfatta ancora peggiore di quella degli ultimi mesi. “Penso che il peggio debba ancora venire. Non gli importa della vita dei brasiliani che moriranno a causa del suo comportamento assolutamente irresponsabile”.

Saronno, rubava dispositivi per terapia intensiva: arrestata farmacista dell’ospedale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it