“Completamente devastato”. Joe Bastianich, momento terribile per il giudice di MasterChef. Cosa è successo


Negli Stati Uniti le proteste per la morte di George Floyd continuano senza sosta. Ormai la situazione è degenerata e per le strade le cose peggiorano giorno dopo giorno. La gente, furiosa, manifesta in strada e, in preda alla rabbia, distrugge tutto ciò che trova. Tra le vittime di queste proteste, anche Joe Bastianich il cui ristorante è stato preso d’assalto: ingenti i danni che sono stati arrecati al locale. La Pizzeria Mozza e di Chi Spacca – due parti diverse dello stesso ristorante che si trova in Melrose Avenue – sono state prese d’assalto sabato notte e sono state distrutte.

A raccontare questo orribile fatto è stato proprio Joe Bastianich che ha scoperto tutto poche ore dopo il fattaccio: “Sono entrati e hanno distrutto tutto: hanno rubato il vino e gli incassi, hanno spaccato il vetro a mazzate e gettato benzina per bruciare gli interni. Un vero disastro”. Joe Bastianich, famosissimo giudice di Masterchef nonché giudice dell’ultima edizione di Italia’s got talent, ha detto la sua riguardo le proteste. Continua a leggere dopo la foto









“Tutti hanno il diritto di protestare, di manifestare la propria opinione e, perché no, anche di agire per essere ascoltati – ha detto Joe Bastianich – Mi dispiace solo che una minoranza di persone sfrutti questo momento a proprio vantaggio per andare a spaccare o a rubare. Distolgono, tra l’altro, l’attenzione dal messaggio”. Insomma, secondo Bastianich qualcuno sta approfittando della situazione per trarne vantaggio. E questo è un peccato. Continua a leggere dopo la foto






Ma secondo Bastianich il problema del razzismo, motivo per il quale si manifesta, deve essere risolto alla radice: “Qui siamo tutti indignati, questo Paese non può avere un futuro se non risolve questa ferita razziale. Quindi, da cittadino, dico: se il costo per dare giustizia a Floyd è un ristorante bruciato, ok lo sopporto. L’importante in questo momento è non stare in silenzio, perché stare in silenzio significa essere complici di una situazione insopportabile”. Continua a leggere dopo la foto



 

 


Per Joe Bastianich la distruzione del suo locale è stata un duro colpo, arrivato dopo un periodo che di per sé non era stato favorevole: dopo la chiusura dei ristoranti per il lockdown, la situazione era già piuttosto delicata… Bastianich non l’ha presa bene: “Tutto questo è successo proprio a pochi giorni dalla ripresa delle attività… eravamo chiusi dal primo di aprile per il Coronavirus e avevamo appena ricominciato a servire pizze a domicilio e cibo delivery. Ora dobbiamo ricostruire l’intero locale, i danni sono enormi. Non solo quelli fisici però. Siamo un Paese a pezzi”.

Joe Bastianich nella bufera: critiche ferocissime per l’ultimo video

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it