La casa in fiamme, morte gemelline di 3 anni. “Erano sole e chiuse dentro”


Due gemelline di soli 3 anni morte in un incendio che si è scatenato all’interno della loro casa. Una tragedia indicibile avvenuta nel giro di pochissimi minuti e sotto gli occhi della madre e della sorellina maggiore senza che nessuno potesse salvare in alcun modo le due bambine.

Il dramma si è consumato di mattina, intorno alle 11 ora locale, a Barlow, una cittadina del Nuovo Galles del Sud, in Australia. Le vittime si chiamavano Aisha e Lailani, 3 anni, e si trovavano da sole in casa, mentre la mamma, insieme all’altra figlia di cinque anni, si erano assentate per qualche minuto. Minuti che si sono purtroppo rivelati fatali: proprio durante la loro momentanea assenza è improvvisamente divampato un rogo all’interno dell’abitazione. (Continua dopo la foto)










La donna, Tanika Ford, aveva lasciato la casa chiusa dall’esterno per sicurezza, come riporta il sito ABC.net.au.. E quando ha visto la sua abitazione avvolta dalle fiamme ha immediatamente allertato i soccorsi per le figliolette più piccole. Ma per quanto tempestivo, l’intervento dei vigili del fuoco non è bastato a domare le fiamme e salvare la vita alle sue bambine. (Continua dopo la foto)






Bob Noble, dirigente di polizia del distretto di Riverina, ha spiegato l’ipotesi più probabile tra le possibili cause del rogo su cui è stata poi aperta un’inchiesta: “L’incendio potrebbe essersi propagato dal camino acceso, è una tragedia che non colpisce solo la famiglia, gli amici e i vicini, ma tutta la nostra comunità”, ha spiegato. (Continua dopo le foto)



 


“Aisha e Lailani erano nate premature e all’inizio avevano avuto diversi problemi, ma i suoi genitori erano riusciti a superare un momento così delicato – ha raccontato una vicina di casa addolorata per la tragedia – Ora questo: non riesco a spiegarmi tutto questo male e tutto questo dolore”.

“Siamo rimasti colpiti”. Omicidio Luca Sacchi, si torna a parlare di Anastasiya. È successo in tribunale, davanti a tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it