“Cacciatelo subito via dall’aereo!”, attimi di tensione durante il volo per New York. Un uomo comincia a parlare arabo e le persone intorno a lui si insospettiscono. Quello che succede dopo è pura follia: “Non posso davvero credere ai miei occhi”


 

“Non riesco a credere ai miei occhi”, e in effetti si fa veramente fatica a guardare una scena del genere. Questa è l’incredibile vicenda di Adam Saleh, un passeggero di un volo della Delta Airlines, che è stato fatto scendere dall’aereo perché parlava in arabo al telefono con la mamma. Ma Adam non è soltanto un cittadino americano, bensì uno youtuber di fama internazionale. Vi basti pensare che solo su Youtube ha 2.258.031 iscritti e accumulato 492.432.211 visualizzazioni totali. Insomma uno che conta nel panorama mondiale. Ma torniamo al fatto. Il ragazzo stava semplicemente parlando al telefono con la mamma, ma non in inglese, bensì nella loro lingua madre: l’arabo, una cosa che ha fatto innervosire non poche persone all’interno dell’aeromobile che come prima cosa hanno chiamato hostess e stuart chiedendo che la persona fosse allontanata immediatamente. E loro l’hanno fatto davvero. “Mia madre ha 66 anni e parla soltanto quella lingua, io la chiamo sempre prima di ogni decollo, così, per tranquillizzarle”, ha commentato poco dopo. Adam ha quindi filmato la scena e ha postato il video su YouTube. “Dopo che alcuni passeggeri si sono spaventati e lamentati, mi hanno fatto scendere dall’aereo”, ha commentato. “E’ inverosimile che soltanto perché parliamo una lingua diversa mi abbiano cacciato dal velivolo. Siamo nel 2016, non posso credere ai miei occhi”. (Continua dopo la foto)

Nel video Saleh denuncia come i passeggeri si siano sentiti a disagio per la sua pronuncia in arabo. Lo youtuber, che doveva volare da Londra a New York col suo amico Slim Albaher, è stato scortato fuori dall’aereo. “Mi stanno sbattendo fuori dall’aereo perché in diversi si sarebbero sentiti a disagio”, ha denunciato nella clip. “Delta Airlines sta cacciando una persona semplicemente perché parla arabo”. Non è ancora ben chiaro quale sia il reale allontanamento del 22enne dal volo. La compagnia di volo ha precisato in un comunicato che due persone sono state allontanate perché hanno arrecato disturbo a ben 20 ospiti in cabina. La storia sta diventando virale ed è stata ripresa da diversi siti tra cui il Guardian.

(Continua dopo la foto e il video)

 

“Stiamo conducendo una indagine completa per capire ciò che è accaduto”, recita il comunicato. “Noi prendiamo le accuse di discriminazione molto seriamente; i nostri principi etici prevedono di trattare gli altri sempre con rispetto”. Non è la prima volta che capitano cose del genere, anche a un nostro connazionale era successo qualcosa del genere in passato: l’economista Guido Menzio che è stato interrogato durante un volo interno dopo che un passeggero si è lamentato raccontando di averlo visto scrivere qualcosa di “sospetto”, si scoprirà solo dopo che in realtà stava semplicemente risolvendo un’equazione differenziale.

Ti potrebbe anche interessare: “Attenti a quel pancione, è una bomba!”. Finta donna incinta semina il panico: scatta l’allarme terrorismo, poi la terribile scoperta della polizia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it