33 morti. “Lo hanno bevuto per sballarsi, pensando che fosse alcol”. Una festa finisce in tragedia: volevano fare baldoria ma muoiono tutti. Quando gli inquirenti scoprono di cosa si tratta non credono ai loro occhi. Si fa fatica persino a pensarci


 

In Siberia ricorrere all’alcol per chiari motivi climatici non è certo una scelta. A volte, sopratutto per le persone meno abbienti, è una delle poche, pochissime soluzioni per combattere il gelo. Ogni tanto si esagera, talvolta invece si utilizzano intrugli non proprio sanissimi, per utilizzare un eufemismo. Ma il caso di Irkutsk è uno dei più gravi mai avvenuti negli ultimi anni. Gli investigatori della città, dove vivono circa seimila persone e che si trova a oltre 4.000 chilometri a est di Mosca, fanno sapere di aver arrestato due persone sospettate di aver distribuito una pozione letale. Il prodotto contiene alcol denaturato, ma non è ancora chiaro se coloro che lo hanno venduto lo spaccino per un sostituto economico di bevande alcoliche. “È uno scandalo. È chiaro che bisogna porre fine a queste cose, bisogna proibire il ricorso a sostanze del genere”, ha dichiarato il premier russo Dmitri Medvedev. Il motivo? Sono 33 le persone morte nella città di Irkutsk dopo aver bevuto una lozione da bagno alcolica: sono stati avvelenati dal metanolo. Altre 16 persone sono state ricoverate in condizioni critiche in ospedale. (Continua dopo la foto)







Le bottiglie con la lozione da bagno (chiamata Boiarishnik, biancospino) erano etichettate con cura, ed era evidente la scritta che avvertiva che il prodotto non era adatto a uso interno. Ma gli intossicati l’hanno bevuta ugualmente, con conseguenze gravissime. Secondo le autorità sanitarie, sui 33 decessi “17 persone sono morte in ospedale, altre tre durante il tragitto verso l’ospedale e dieci prima dell’arrivo dei medici”. Secondo l’ultimo rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità, la Russia è in testa ai Paesi dove si beve più alcol: in media 12,5 litri all’anno. È per questo che negli ultimi anni è stata varata una campagna severa di proibizionismo nei confronti degli alcoli, con il divieto di vendita nelle ore notturne.

(Continua dopo le foto)





 

Ma i limiti vengono spesso, e facilmente aggirati: con le vendite on line 24 ore su 24, con l’acquisto di accessori a prezzi altissimi che permettono di avere una bottiglia in omaggio, con la vendita su “cauzione” della bottiglia. O anche con la vendita di surrogati a basso costo. Risultato? Secondo uno studio pubblicato su Lancet, la deriva alcolica è all’origine di tutti i decessi tra i maschi in età da lavoro. Ma la cosa che fa davvero impressione è che “nonostante l’avvertimento – riporta il Comitato investigativo locale – i cittadini hanno consumato l’olio da bagno come se fosse alcol, ma la sostanza è risultata contenere metanolo concentrato invece che alcol etilico”.

Ti potrebbe anche interessare: Nel 2015 avvelenati dai bocconi oltre 17.800 cani. Ecco le regioni dove giungono le maggiori segnalazioni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it