Terremoto, forte sisma negli Stati Uniti già alle prese con l’emergenza coronavirus. La situazione


Secondo la scala Richter, un evento sismico di magnitudo 6.5 è classificato come terremoto “forte” ed è quello che è accaduto oggi, negli Stati Uniti. L’epicentro del sisma è stato localizzato a 72 km a ovest di Challis (centro-sud), a nord della capitale Boise, mentre l’ipocentro a 10 km di profondità. Come da definizione il raggio di azione di un evento sismico di magnitudo 6.5, come quello registrato oggi negli States, raggiunge i 160 km dove può essere distruttivo se la zona è densamente popolata.

Un evento sismico molto forte. Una scossa di terremoto di magnitudo 6.5 è stata registrata nello Stato americano dell’Idaho: lo riporta l’Istituto geofisico statunitense (Usgs). Nonostante il forte impatto, fortunatamente al momento non vengono segnalate vittime o danni. I commenti sui social descrivono perfettamente la tensione degli abitanti. Video e foto, puntualmente commentate, lasciano comprendere le ore di paura che hanno caratterizzato queste ultime ore. (Continua a leggere dopo la foto).








Solo per fare alcuni esempi e comprendere meglio cosa sia accaduto, tra gli utenti, spiccano i nomi di Molly Millions, che ha publbicato il video delle onde provocate dal sisma sul lago di Okanagan. O ancora il nome di Micaela, che ha detto di aver sentito tremare la terra a Beaverton (Oregon), verso le 17 ore locali. La scossa è stata davvero molto forte e l’ultima di una simil portata risale all’anno 1983. (Continua a leggere dopo le foto e il post).








 

L’evento sismico registrato nel 1983 ha avuto in impatto ancora più grave; si è parlato infatti di una magnitudo 6.9, registrata a Challis. Quell’evento si tramutò in tragedia. Infatti persero la vita due studenti, rimasti sepolti sotto le macerie di un edificio crollato. Fortunatamente l’evento odierno non fa registrare danni in termini di perdite di vite umane. (Continua a leggere dopo le foto).

“Non abbiamo ricevuto segnalazioni di lesioni o danni significativi”, hanno scritto questa volta su Facebook le autorità locali. Il sisma è durato circa una ventina di secondi. A questa prima scossa ne sono seguite finora altre tre, sempre nella stessa zona e sempre a 10 km di profondità, di magnitudo 4.6, 3.6 e 3.4. La terra trema in un momento storico già profondamente segnato dall’emergenza coronavirus in corso, che ha particolarmente colpito anche la popolazione statunitense.

Coronavirus Roma, sabotato il laboratorio per i test: doveva aprire oggi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it