Coronavirus, la clorochina è la cura? Che farmaco è e che risultati ha dato finora


Coronavirus, continuano a ritmo serrato le sperimentazioni su alcuni farmaci. Nel tentativo di fermare l’epidemia, in Francia, i riflettori si sono accessi sulla clorochina. Tante le speranze se è vero che il governatore di New York ne ha acquistate 800mila dosi. Ma le evidenze scientifiche sull’efficacia, spiega oggi il Corriere della Sera, non ci sono.

Che cos’è la clorochina? Si tratta di un prodotto usato da tempo nel trattamento e nella prevenzione di amebiasi e malaria da quasi tutti i parassiti che la trasmettono, a eccezione del Plasmodium falciparum, resistente,e di alcuni altri. Visto che è poco costosa e facilmente disponibile, la clorochina si usa anche contro il Lupus eritematoso e l’artrite reumatoide, poiché sopprime lievemente il sistema immunitario; avrebbe dimostrato effetti inibenti sull’Hiv. Alcuni trial cinesi, ma anche pareri della statunitense Food and Drug Administration, sembrano indicarne un’utilità nei pazienti affetti da Covid-19. Continua dopo la foto







Ma c’è un però, spiega oggi Stefano Montefiori. Quando in Francia «il rischio» di epidemia sembrava un’ipotesi vaga e comunque «totalmente sotto controllo» —tre settimane fa, sembra passato un secolo —, il direttore generale degli ospedali di Parigi ha avuto parole definitive sulla clorochina: «Ogni volta che arriva un nuovo virus c’è sempre qualcuno pronto a dire che funzionerà —ha detto MartinHirsch—. Ma la clorochina non ha mai guarito nessuno», a parte il solito uso contro malaria e artrite reumatoide. Continua dopo la foto






Dall’inizio di marzo a oggi non sono arrivate nuove evidenze scientifiche che provino l’efficacia della clorochina contro il Covid-19, e in Italia l’Aifa (agenzia del farmaco) ha chiarito che l’uso sperimentale del farmaco è consentito solo in casi ristretti e in ambito ospedaliero, eppure si è scatenata una caccia alla clorochina che sta provocando penuria nelle farmacie e disagi ai pazienti che la usano da anni per altre malattie. Continua dopo la foto



 


Ha fatto clamore nei giorni scorsi l’intervento del professor Didier Raoult, infettivologo di Marsiglia che qualche giorno fa annunciava su YouTube di aver «vinto la partita» contro il Covid-19 grazie alla clorochina e che ha poi spiegato di avere ottenuto grandi risultati (il 75% di guarigioni) su 24 suoi pazienti. Lo studio, se di studio si può parlare non è stato condotto in doppio cieco quindi dal punto di vista scientifico siamo ancora in alto mare, e su un numero troppo esiguo di pazienti. Vale la pena di ricordare che nessuno di questi farmaci è in vendita in farmacia, quindi è inutile andare a chiederlo.

Ti potrebbe interessare: GF Vip, pubblico furioso per il ‘regalo’ agli inquilini della Casa: “Chiudete!”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it