“Positivo al Coronavirus”. L’annuncio del principe Alberto di Monaco. Le sue condizioni


Coronavirus, anche Alberto II di Monaco è risultato positivo. L’annuncio è stato dato in via ufficiale dal Principato di Monaco che non ha rivelato molti dettagli ma si è limitato a spiegare come il principe abbia scoperto di essere stato contagiato dal Covid-19 e quali sono le sue condizioni di salute attuali. Precauzioni sì, preoccupazione no: il principe pare stia bene e che non abbia bisogno di alcun tipo d’intervento.

Alberto II di Monaco aveva incontrato il ministro di Stato Serge Telle che proprio qualche giorno fa ha annunciato di essere positivo al tampone; di conseguenza il principe ha ritenuto di doversi sottoporre al controllo, e ha scoperto il contagio. Le sue condizioni non destano preoccupazioni. A rivelarlo, sempre il comunicato con cui il principato ha annunciato la notizia: si sottolinea che Alberto II di Monaco sta bene e che le sue condizioni non destano “alcuna preoccupazione”. Continua dopo la foto







Il principe è seguito dal suo medico di fiducia e da un team di esperti dell’ospedale “Principessa Grace”, e continua a lavorare nei suoi appartamenti come da prassi. Saranno diffusi – si assicura – tutti gli aggiornamenti sulle condizioni di salute che si ritiene utili per l’opinione pubblica. Intanto la situazione in Italia è sempre tesa. Continua dopo la foto






“Chi ha vissuto questa emergenza conferma quello che è assolutamente necessario fare. Bisognerà chiedere al nostro governo che vengano emessi provvedimenti ancora più rigorosi di quanto non sia stato fatto fino ad oggi”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in conferenza stampa parlando dell’emergenza coronavirus. “Non si deve aspettare più niente. Si devono prendere le decisioni che ci sono state suggerite da chi ha vissuto questa esperienza e da chi è riuscito a sconfiggere il virus. Oggi parlerò sicuramente con il presidente del Consiglio e cercherò di capire cosa si piò fare nel più breve tempo possibile”, ha aggiunto Fontana. Continua dopo la foto



 


E’ dello stesso avviso il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che parla di “bollettino di guerra” nella regione. “Abbiamo 10mila persone in isolamento fiduciario – ha annunciato – 771 ricoverati, 80 più di ieri, il che significa un ospedale provinciale interamente dedicato a ricoverati. Nelle terapie intensive abbiamo 209 persone che sono numeri che normalmente si hanno in ‘tempo di pace’, numeri di base quando abbiamo da gestire solo le terapie intensive ordinarie e non in tempi di coronavirus”.

Ti potrebbe interessare: “Mamma non mi vuole”. Coronavirus e autocertificazione, le scuse più assurde degli italiani

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it