Skullbreaker Challenge, corre su TikTok l’ultima folle e pericolosa sfida


Si chiama Skullbreaker Challenge, lo scherzo ‘spaccacranio’, ed è l’ultima demenziale moda che spaventa i genitori. Nelle chat e sui social si moltiplicano i video che documentano il folle scherzo, in voga soprattutto in America, che rischia di provocare gravissimi danni alle giovani vittime. Il copione consolidato è sempre lo stesso.

Tre ragazzi, uno accanto all’altro. I due ai lati saltano e invitano la terza persona, la vittima, a fare altrettanto. Quando il malcapitato salta, viene colpito ad entrambi i polpacci: perde l’equilibrio e cade rovinosamente, sbattendo violentemente schiena e cranio. La spinta data dal salto fa sì che l’impatto a volte sia fortissimo e il rischio più grave è che la vittima dello scherzo batta la testa, con gravissime conseguenze. Continua dopo la foto







Un gioco veramente pericoloso lo Skullbreaker Challenge, che preoccupa moltissimo i genitori: negli ultimi giorni le chat di gruppo si stanno riempiendo di video che mostrano le drammatiche conseguenze di questa nuova moda che, non a caso, in Sudamerica è nata con il nome di Rompecraneos (spacca testa). Continua dopo la foto






Non è difficile capire come lo  Skullbreaker Challenge possa avere conseguenze nefaste e, nonostante sia ancora presto per comprenderne la reale diffusione in termini di pubblico, secondo alcune testimonianze la partecipazione alla competizione ha già provocato danni rilevanti ad alcune delle persone coinvolte. Continua dopo la foto



 


Del resto non è la prima volta che tendenze pericolose rischiano di diffondersi a macchia d’olio a mezzo social e proprio attraverso il subdolo stratagemma della sfida agli utenti: dalla Bird Box challenge che prevedeva di compiere azioni pericolose bendati alla Tide Pods challange che ha portato in molti a masticare capsule per detersivo – l’unica soluzione per le piattaforme che rischiano di farsi megafoni per questi contenuti è quella di mettere al lavoro i propri algoritmi per bandire video simili dalle loro pagine.

Ti potrebbe interessare: Asia Argento dopo l’infortunio a Pechino Express: “Con la panza e il tutore”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it