Coronavirus, record di morti in un solo giorno. Sale il numero delle vittime: la cifra impressionante. E aumentano anche i contagiati


Coronavirus, il terrore del mondo. Si chiama 2019-nCoV, ma tutti ormai lo conosciamo come coronavirus, il virus partito dalla Cina che si sta diffondendo, purtroppo, in diverse zone del mondo. In Cina, nelle ultime ore, il coronavirus ha fatto registrare il record di morti in un giorno. Parliamo di 49 persone, tutte morte in un giorno. Il bilancio delle morti, da quanto l’epidemia si è diffusa, è di 259 vittime. Numero purtroppo destinato a salire. Nel frattempo sta salendo anche il numero delle persone contagiate:

siamo sopra i diecimila casi. 11.791, per la precisione. Almeno secondo quanto riportato dal governo di Pechino che ha diffuso questi numeri. Il coronavirus è ormai diventato un’emergenza mondiale: tutto è partito dalla Cina ma ci sono persone contagiate anche in altre parti del mondo. Vuol dire che il virus viaggia veloce. Ed è proprio per questo motivo che nel mondo sono tutti terrorizzati. E tutti stanno cercando di mettere in atto le misure per scongiurare la diffusa dell’epidemia. Continua a leggere dopo la foto








Dalla Cina, invece, in particolare dall’epicentro del contagio cioè da Wuhan, arrivano nuove ammissioni sulla scarsa attenzione avuta sul problema da parte delle autorità locali nei primi tempi in cui il virus si stava diffondendo. Se il virus fosse stato contenuto prima, ora non saremmo arrivati a questo punto, dicono in tanti rimproverando il governo cinese di non aver fatto abbastanza quando la situazione poteva ancora essere contenuta.

Dopo il sindaco della metropoli cinese, ora anche il segretario della sezione locale del Partito comunista ha ammesso i ritardi. “In questo momento mi sento in colpa. Se fossero state adottate prima le misure di controllo rigorose, il risultato sarebbe stato migliore dell’attuale”, ha detto Ma Guoqian. Continua a leggere dopo la foto






Ormai, però, è inutile piangere sul latte versato. Molto meglio guardare avanti e trovare delle soluzioni. Tra le cose principali che ognuno di noi può fare per scongiurare il contagio c’è il lavarsi le mani. Per almeno 20 secondi, strofinando il palmo ma anche la parte superiore della mano insistendo anche nello spazio tra le dita. Il virus si diffonde per via aerea e avere le mani pulite è senza dubbio una misura precauzionale importante. Continua a leggere dopo la foto



 

Tra i sintomi del coronavirus ci sono soprattutto febbre e tosse, e in alcuni casi difficoltà respiratorie. Secondo quanto riferito, i sintomi si manifestano tra i due giorni e le due settimane dopo che la persona è stata esposta al virus. Non ci sono antivirali specifici per l’infezione, solo trattamenti sintomatici o antivirali che di solito vengono usati per altro. Attualmente non esiste un vaccino, ma gli scienziati hanno identificato il virus rapidamente e messo a punto un test diagnostico che potrebbe portare ad avere un vaccino contro il 2019-nCoV entro tre mesi.

Coronavirus Italia, la bufala corre su Whatsapp (e spaventa): “Fate attenzione”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it