“C’erano anche loro”. Morte a 13 anni nello schianto dell’elicottero di Kobe Bryant


La notizia della morte di Kobe Bryant si diffonde e il mondo Nba piange la sua stella. Uno dopo l’altro, i giocatori di tutte le squadre manifestano il proprio dolore e la propria incredulità per la tragedia avvenuta in California. Bryant, 41 anni, ha perso la vita nello schianto dell’elicottero su cui viaggiava. Il disastro è avvenuto nella zona compresa tra Las Virgenes Road e Willow Glen Street poco prima delle 10 del mattino, ora locale. Il 911 ha ricevuto una telefonata alle 9.47: veniva segnalato un potenziale disastro, con conseguente incendio.

Sul posto sono intervenuti decine di soccorritori, compresi 56 vigili del fuoco. L’ufficio dello sceriffo della Conte di Los Angeles ha reso noto che i paramedici hanno potuto solo constatare il decesso di 9 persone: il pilota e 8 passeggeri. Sulla vicenda sono state aperte inchieste da parte della Federal Aviation Administration e della National Transportation Safety Board. Le autorità non hanno diffuso i nomi delle vittime perché l’ufficio del coroner della contea non ha completato il processo di identificazione. (Continua a leggere dopo la foto)








Tra le vittime anche Gianna Maria, 13 anni, una delle 4 figlie di Bryant. Confermate le identità degli altri passeggeri, si tratta di Alyssa Altobelli, amica e compagna di squadra della figlia tredicenne dell’ex campione dell’Nba che viaggiava con la mamma e il papà: l’allenatore di baseball dell’Orange Coast College John Altobelli, 56 anni, e la madre Keri. (Continua a leggere dopo la foto)






Alyssa era una compagna di squadra di Gianna nell’accademia sportiva con sede a Thousand Oaks, dove era allenata dallo stesso Kobe e dove era diretto l’elicottero che si è schiantato al suolo 14 minuti dopo il decollo. Gli Altobelli lasciano altri due figli: una ragazza di qualche anno più grande di Alyssa e il primogenito. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Le altre persone morte nell’incidente sono l’allenatrice di basket Cristina Mauser. Suo marito, Matt Mauser, ha scritto su Facebook: “I miei figli e io siamo devastati. Oggi abbiamo perso la nostra bellissima moglie e mamma in un incidente in elicottero. Si prega di rispettare la nostra privacy. Grazie per tutti i desideri che significano così tanto”. E ancora il pilota d’elicottero di origine armena Ara Zobayan, Sarah Chester e la figlia Payton Chester, coetanea di Gianna Maria, anche lei giocatrice della Mamba Accademy realizzata da Kobe.

“L’ho visto cadere”. Kobe Bryant: il testimone oculare racconta cosa è successo. E si parla delle cause del disastro dell’elicottero

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it