“Le fiamme, poi il fumo sulla città”. Paura in Europa. Sta accadendo in questi minuti e le foto fanno subito il giro del mondo. Uno spettacolo inquietante


 

La Germania torna a tremare e ora ha davvero paura. Nulla è ancora certo, ma un atto di questo tipo, a primo impatto, ha spaventato una nazione intera e, a livello simbolico, l’Europa. Le immagini sono già diventate il simbolo della crisi che morde il Vecchio Continente. Per fortuna nessuna grave conseguenza, ma le foto del denso fumo nero che si alza dalla vetta dell’Europa Center e circonda il simbolo della Mercedes che presidia il quartiere di Charlotteburg, a Berlino, stanno facendo il giro del mondo. L’incendio è stato subito spento dal tempestivo intervento dei vigili del fuoco. Le fiamme sono divampate all’ultimo piano dell’edificio più alto dell’Europa Center, che ospita un centro commerciale, uffici, ristoranti, pub, un cinema multisala e un casinò. Ancora ignote le cause che hanno causato il rogo. L’Europa-Center era un complesso di edifici che si trovava Berlino, nel quartiere di Charlottenburg. L’edificio sorge su quello che era una volta la sede del Romanisches Café, famoso ritrovo degli artisti “dada” negli anni venti.

(Continua a leggere dopo il video)

 

L’edificio venne iniziato nel 1963 ed ultimato nel 1965, su progetto di Helmut Hentrich e Hubert Petschnigg, e comprende una serie di bassi edifici che ospitano un centro commerciale, ristoranti, pub, un cinema multisala e un casinò. Davanti all’ingresso del complesso è posta una fontana che rappresenta la terra. A questa serie di edifici sono stati successivamente incorporati il lussuoso Palace Hotel ed un palazzo per uffici. All’interno dell’Europa-Center si trova l’Orologio del tempo che scorre, opera di Bernard Gitton, in cui il tempo è scandito da fiale e sfere che si riempiono di un liquido verde. All’esterno dell’Europa-Center si trova l’orologio di Berlino, antesignano dei moderni orologi digitali. Sorgeva in Breitscheidplatz, all’angolo con la Tauentzienstrasse, di fronte alla Gedächtniskirche. È stato distrutto l’11 ottobre 2016, a causa di un incendio doloso di sospetta matrice terroristica islamica.

 

(Continua a leggere dopo i tweet)

 

Ti potrebbe interessare anche: 25 anni dalla caduta del Muro, viaggio tra i luoghi simbolo di Berlino divisa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it