Lo sfrattano da casa e lui uccide tre persone, poi da fuoco all’abitazione


Siamo negli Usa, nella fantastica città di Honolulu, alle Hawaii. È qui che un’insolita sequenza di eventi ha stravolto la vita di molte persone. Tutto è cominciato da un annuncio di sfratto nei confronti di Jerry Hanel, l’inquilino identificato come killer, che ha perso la testa e intrapreso una serie di violenze senza precedenti. Dapprima ha accoltellato la proprietaria di casa, poi ha sparato mortalmente agli agenti accorsi nel quartiere di Diamond Head dopo una telefonata d’emergenza.

Nel delirio, Hanel ha bruciato l’abitazione dove viveva e le fiamme si sono propagate in pochi minuti alle case vicine. Nel trambusto della fuga, prima di essere ucciso, l’uomo avrebbe accoltellato altre persone per strada mentre il rogo avanzava inesorabilmente. Il bilancio è pesante: due poliziotti morti, tra cui una donna, diversi accoltellati e almeno dodici abitazioni coinvolte nell’incendio. Continua a leggere dopo la foto








Stando alle prime indiscrezioni, mentre si attende l’ufficialità delle notizie, almeno quattro case sarebbero completamente distrutte. “È una tragedia senza precedenti, non solo per la città e la contea di Honolulu, ma per l’intero stato delle Hawaii”, ha dichiarato il sindaco di Honolulu, Kirk Caldwell. Continua a leggere dopo la foto






“Voglio esprimere le mie più profonde condoglianze alle famiglie e agli amici dei due agenti, ma anche all’intero dipartimento di polizia di Honolulu”, ha terminato il primo cittadino. E’ accaduto nell’area di Diamond Head, non lontano dalla popolare Waikiki. I dettagli dell’accaduto non sono ancora chiari ma, secondo indiscrezioni, l’aggressore avrebbe accoltellato il suo padrone di casa che lo stava sfrattando. Continua a leggere dopo la foto



 


La polizia, allertata per l’aggressione, è intervenuta in pochi minuti. Gli agenti si sono trovati davanti l’uomo che non ha esitato ad aprire il fuoco, uccidendo due poliziotti, un uomo e una donna. L’aggressore avrebbe poi dato fuoco alla casa da dove doveva essere sfrattato, e non è escluso che lui stesso fosse all’interno dell’abitazione.

Ti potrebbe anche interessare: “Addio, amore mio”. Giorgia, la sua storia ha commosso tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it