Il gemello scopre un cancro e si suicida insieme al fratello: non volevano vivere divisi


Non accettavano di vivere l’uno senza l’altro. Sembra essere stata questa la ragione che ha spinto al suicidio due fratelli gemelli del Kent, ex star di un reality show molto popolare in Gran Bretagna, dopo che ad uno di loro era stato diagnosticato un cancro.
Billy e Joey Smith, 32 anni, sono stati trovati sabato scorso vicino ad un albero. Pochi giorni prima avevano postato sui loro account social un video nel quale cantavano e ballavano assieme.

Secondo quanto ha raccontato la cugina Phoebe Charlene al quotidiano Daily Telegraph «Joey era malato di cancro e Billy non poteva accettare di vivere senza di lui». La famiglia, ha rivelato, ha scoperto i loro corpi senza vita dopo aver trovato un bigliettino nel quale spiegavano che quella era la loro volontà: ‘Restare nei boschi in cui giocavano da bambinì. Continua dopo la foto








Nel 2014 avevano partecipato alla terza edizione di ‘My Big Fat Gypsy Wedding’, quando lavoravano come giardinieri. Ma dopo il programma, secondo una fonte vicina alla famiglia, erano caduti in depressione. I gemelli vivono, il più delle volte, una simbiosi, che di conseguenza, a livello psicologico crea, tra loro, una forma di dipendenza. Continua dopo la foto






Nell’ambito di una teoria, intorno allo studio “gemellare”, si sostiene che solo in età evolutiva (dagli 8 mesi alla pubertà) si inneschi un processo selettivo-riduttivo, chiamato “plasticità neuronale”, in cui il sistema nervoso subisce un cambiamento, in rapporto ai diversi vissuti. L’effetto di “coppia” incide comunque sulla selezione neuronale, rafforzando in ciascun soggetto catene neuronali identiche. Continua dopo la foto



 


Le famiglie con gemelli sono spesso oggetto di ammirazione e stupore da parte di conoscenti ed amici. E’ importante, specialmente nel caso si posseggano altri figli, coinvolgerli fin da subito nella vita dei neonati. La presenza di fratelli e sorelle può essere di aiuto nel processo di socializzazione ed esplorazione del “mondo” circostante.

Ti potrebbe interessare: “Lei al Festival?! Un insulto”. Sanremo 2020, Amadeus nella bufera: in rete scoppia il putiferio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it