Allarme terrorismo a Parigi, proprio davanti a Notre Dame. Costa sta succedendo


 

L’allarme terrorismo non si ferma in Francia: insieme al Belgio e alla Germania, la nazione guidata da Francois Hollande, è uno dei tre paesi europei più colpiti dalle azioni dei sodali dell’Isis. Charlie Hebdo, il Bataclan, lo Stade de France, il lungo mare di Nizza: la Francia è stata duramente colpita dagli uomini dell’Isis e la tensione nel paese, continua a rimanere alta. Sarà per i provvedimenti presi dal governo, sarà per il non impeccabile sistema di sicurezza interno, la paura di nuovi attentati non si spegne, e anzi, a giudicare dalle ultime notizie, i cittadini francesi fanno bene a preoccuparsi.

Dal 15 luglio scorso, sono passati quasi due mesi, e gli attentati momentaneamente sembrano essersi fermati, ma la notizia che arriva oggi ha sconvolto tutti i francesi.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Le Figaro, il più famoso giornale francese, oggi ha pubblicato la notizia di un mancato attentato.

(Continua a leggere dopo la foto)


La cattedrale di Notre Dame, simbolo insieme alla torre Eiffel e al Louvre di Parigi, potrebbe essere l’obiettivo mancato dei terroristi: una macchina piena di bombole di gas è stata ritrovata abbandonata a Quai de Montebello, nel quinto arrondissement, a pochi passi dalla chiesa. Le bombole presenti nella auto sarebbero 6 e gli investigatori hanno lanciato le indagini per chiarire la scoperta. La macchina poi sarebbe stata ritrovata senza la targa, particolare di certo importante per le indagini.

(Continua a leggere dopo la foto)


Il veicolo, una Peugeot 607, sarebbe stato sottoposto a sequestro dalle autorità giudiziarie francesi e sarebbe stato ritrovato nella notte tra sabato e domenica scorsa; gli investigatori ne hanno dato notizia solo oggi. Le indagini, secondo quanto riferito da Le Figaro, sarebbero ancora in corso e il caso sarebbe stato preso molto sul serio dalle autorità. Lo stesso primo ministro Manuel Valls, ha dichiarato infatti che l’intelligence francese è convinta che i prossimi attentati, se ci saranno, potrebbero essere condotti con auto-bombe. Inoltre il governo ha dichiarato che l’allerta nel paese è ai massimi livelli e che le misure di sicurezza sono state innalzate al massimo.

 

”L’ho visto negli occhi. Un’immagine che non dimenticherò mai”. Strage di Nizza, la fuga e il terrore: le agghiaccianti testimonianze dei sopravvissuti alla tragedia che ha sconvolto di nuovo la Francia