Forte terremoto in Grecia, la scossa avvertita anche in Italia. La situazione


L’Europa dell’est sta tremando. Violento sisma di magnitudo 6.0 si è verificato in Grecia, vicino l’isola di Creta, alle 08:23:37 ora italiana, ad una profondità di 20 km. L’evento è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma, ed è stato avvertito anche al Sud Italia, a Brindisi, Taranto, Reggio Calabria, Francavilla Fontana, Modica, Catanzaro, Molfetta, Grottaglie, Lamezia Terme (dati “Hai Sentito il Terremoto”). La scossa è stata avvertita soprattutto nel Peloponneso, in Attica, in Turchia, Egitto e Libia. Il sisma è stato localizzato a 74 km a nordovest della città di Hania.

Fortunatamente non si segnalano al momento feriti o danni gravi, riporta Ekhatimerini, precisando che numerosi edifici sono stati evacuati. I media greci riportano che secondo il sismologo Efthymios Lekkas l’evento non è in relazione con quelli che ieri sono stati registrati in Albania e Bosnia, ma è difficile saperlo con precisione e in questi casi il condizionale è d’obbligo. Il movimento tellurico è stato violento, tanto da essere avvertito in un raggio di oltre 800 km. Intanto è salito a 23 il numero delle vittime del terremoto di magnitudo 6.2 che ha devastato ieri mattina l’Albania. Continua a leggere dopo la foto







Ieri sera due delle persone che si trovavano in ospedale sono decedute in seguito alle ferite riportate. Oltre 600 invece i feriti. I danni più gravi si sono riscontrati a Durazzo e Tirana. L’Italia ha inviato immediatamente aiuti e mezzi di soccorso. Per oggi, intanto, è stato proclamata una giornata di lutto nazionale in memoria delle vittime. Continua a leggere dopo la foto






In queste ore un vero e proprio sciame sismico sta colpendo tutta la Penisola balcanica. Dopo la forte scossa di magnitudo 6.5 registrata nella notte in Albania che ha provocato vittime e crolli, hanno tremato anche la Grecia e poi la Bosnia-Erzegovina. Continua a leggere dopo la foto



 


Qui una scossa di terremoto di magnitudo 5.4 è stata registrata questa mattina alle 10.19: l’epicentro del sisma è stato rilevato a 6 chilometri a sudest di Blagaj – nel sudovest del Paese, l’Erzegovina, a circa 70 chilometri a sud di Sarajevo – e l’ipocentro a 10 km di profondità. Per ora non si hanno notizie di danni o vittime. Per la paura molti abitanti della zona hanno abbandonato le loro case e sono usciti per strada. Anche nella capitale bosniaca il terremoto è stato avvertito molto chiaramente.

Ti potrebbe anche interessare: Pasquale, Luigi, Tony e Alessandro. Ecco chi sono le vittime dell’incidente di Galatone

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it