Attacco choc ad alcuni autobus: 37 morti e oltre 60 feriti


È pesantissimo il bilancio dell’attacco avvenuto in Burkina Faso contro un convoglio di cinque bus scortato dai militari sul quale viaggiavano dipendenti locali della società mineraria canadese Semafo. Nell’agguato sono morte trentasette persone e altre sessanta sono rimaste ferite. L’attacco di mercoledì è il più mortale degli ultimi anni. Nella zona i militari lottano per contenere la violenza islamista che ha invaso parte del Burkina Faso, situato nell’Africa occidentale.

La società mineraria Semafo ha rafforzato la sicurezza lo scorso anno a seguito di incidenti armati vicino a due delle sue miniere situate nel paese. La società ha dichiarato che l’attacco a un convoglio di cinque autobus con scorta militare è avvenuto sulla strada per la sua miniera di Boungou nella regione orientale dell’Est, a circa 40 chilometri dalla città di Boungou. (Continua a leggere dopo la foto)








L’ufficio del governatore dell’Est in seguito all’attentato ha fornito ulteriori dettagli, dicendo che “uomini armati non identificati hanno fatto un’imboscata contro un convoglio che trasportava lavoratori della Semafo”, dando un bilancio provvisorio di 37 persone con oltre 60 feriti. Due fonti di sicurezza hanno riferito che il veicolo militare alla guida del convoglio è stato colpito da uno IED. Poco dopo l’esplosione, un numero imprecisato di uomini armati ha aperto il fuoco contro gli autobus e la scorta militare. (Continua a leggere dopo la foto)





A dicembre un veicolo della polizia è stato attaccato sulla stessa strada, provocando cinque morti. Dopo gli incidenti dell’anno scorso, che Semafo sosteneva fossero opera di “banditi armati”, la compagnia ha rafforzato le sue scorte decidendo di trasportare tutti gli impiegati in elicottero tra la miniera di Boungou e Ouagadougou. Questa volta, però, il trasporto è stato organizzato con degli autobus con scorta militare e gli attentatori hanno approfittato per mettere in atto l’attentato. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Le azioni di Toronto quotate a Semafo hanno toccato il minimo di nove mesi dopo la notizia e sono scese del 10% entro le 17,55 GMT.
Una settimana fa, 17 persone, tra cui un soldato, sono state uccise in un fine settimana di attacchi nel nord del Burkina Faso. Il 29 settembre circa 20 uomini in motocicletta hanno attaccato il villaggio di Komsilga nella provincia di Bam, uccidendo nove persone e bruciando negozi.

“Ora sei una stella luminosa”. La sua vita spezzata a soli 20 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it