Fallito colpo di stato in Turchia: il bilancio degli scontri tra golpisti e forze di polizia. Le parole di Erdogan: “Atto di tradimento”


 

È di almeno 90 morti il bilancio degli scontri seguiti al tentato colpo di stato militare sferrato nella notte in Turchia. Lo ha reso noto l’agenzia di stampa turca Anadolu, affermando che la maggior parte delle vittime è composta da civili. La Mezzaluna Rossa riferisce che sono 800 le persone rimaste ferite , precisando che 200 si registrano solo ad Ankara. È salito intanto a 1.563 il numero dei militari arrestati. Lo rendono noto i media turchi. Un “atto di tradimento”. Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha definito il tentato golpe compiuto dai militari in Turchia sottolineando la necessità di ripulire l’esercito. Il premier turco, Binali Yildirim, ha intanto annunciato questa mattina di aver nominato un nuovo capo di stato maggiore ad interim per sostituire il generale il generale Hulusi Akar.

Il premier turco ha convocato una sessione di emergenza del Parlamento per oggi, riferisce l’agenzia Anadolu. La sede del Parlamento è stata colpita in nottata durante un bombardamento ma nessun deputato è rimasto ferito, ha reso noto il presidente dell’assemblea, Ismail Kahraman.

(Continua a leggere dopo la foto)








 

Un’unità dell’esercito turco composta da circa 60 militari che ha preso parte al tentato golpe e che ha presidiato durante la notte il ponte sul Bosforo a Istanbul si è arresa questa mattina alle forze di sicurezza in diretta televisiva. Nelle stesse ore caccia F16 turchi hanno bombardato blindati che i ribelli avevano dispiegato vicino al palazzo presidenziale in una periferia di Ankara. Lo riferiscono i media locali citando fonti della presidenza.






Un gruppo di militari golpisti continua invece a combattere e mantiene il controllo su alcuni elicotteri militari, riferisce il Guardian citando le fonti locali che parlano anche di 29 colonnelli e 5 generali rimossi dai loro incarichi dopo il golpe.



Tutto è iniziato poco prima delle 22 di ieri (ora italiana) dopo l’annuncio di un colpo di Stato da parte di militari. Le autorità hanno chiuso i due ponti sul Bosforo a Istanbul dove è stata avvertita anche la presenza di jet nei cieli. Carri armati dell’esercito sono stati dispiegati all’aeroporto internazionale Ataturk di Istanbul. Scontri si sono verificati ad Ankara tra l’esercito golpista e le forze della polizia fedeli a Erdogan. Poi nella notte è arrivata la notizia del fallimento del tentativo di golpe.

Caffeina by Adn Kronos

www.adnkronos.com

Turchia: “È un colpo di stato”, il primo ministro annuncia il tentativo di golpe da parte dell’esercito. Elicotteri e F16 volano su Ankara e Istanbul, i dettagli

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it