Strage di Nizza, dopo i fatti terribili della notte passata, ecco la decisione dell’Italia. Ecco cosa dovete sapere se state per mettervi in viaggio


 

Dopo la terribile strage di Nizza di questa notte, dove hanno perso la vita 84 persone, è allerta massima in Italia soprattutto al confine italo francese di Ventimiglia, che è stato praticamente bloccato nei minuti successivi all’attacco. Appena arrivata la notizia dell’attacco avvenuta sulla Promenade des Anglais di Nizza, a poche ore decine di chilometri dal confine, numerose pattuglie di polizia e carabinieri si sono dirette verso il confine e hanno iniziato a perquisire ogni automobile che si è presentata alla frontiera. Numerose le code che si sono formate sia ai valichi nei pressi dell’Aurelia sia a quello autostradale di Ventimiglia proprio a causa dei controlli.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Agli uomini delle forze dell’ordine si sono poi affiancate anche le forze dell’Esercito. Gli stessi controlli sono scattati da parte della Gendarmeria francese lungo il versante parigino dove sono intervenuti anche i servizi di sicurezza. “Abbiamo avuto notizia che fuggitivi potessero essersi diretti in Italia ma per ora non abbiamo riscontri concreti”, ha spiegato un dirigente di polizia. “Abbiamo intensificato i controlli ai tre valichi che collegano il nostro paese con la Francia e quello ferroviario con Ventimiglia”, ha spiegato invece il ministro dell’interno Angelino Alfano che questa mattina ha partecipato alla riunione del Comitato Analisi Strategica Antiterrorismo convocato per fare il punto della situazione.

(Continua a leggere dopo la foto)



A Imperia nella notte, invece, si è riunito il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza che ha deciso il rafforzamento dei controlli su tutta l’area di confine. Secondo quanto annunciato dal Viminale, i controlli continueranno a tempo indeterminato, per questo si sconsiglia di recarsi nella zona di Nizza per la giornata di oggi e nei giorni a venire fino a quando non rientra la situazione d’emergenza. La Farnesina invece invita i connazionali presenti a Nizza a evitare spostamenti e a seguire le indicazioni delle Autorità locali.

”L’ho visto negli occhi. Un’immagine che non dimenticherò mai”. Strage di Nizza, la fuga e il terrore: le agghiaccianti testimonianze dei sopravvissuti alla tragedia che ha sconvolto di nuovo la Francia