Aereo si schianta durante l’atterraggio: “Ci sono morti e feriti”


Terribile incidente in una base aerea. Un bombardiere B-17 risalente alla seconda guerra mondiale si è schiantato all’aeroporto di Bradley, in Connecticut, durante un volo turistico. Siamo negli Usa e nell’incidente, avvenuto nella mattinata del 2 ottobre, sono rimaste ferite almeno 14 persone mentre pur essendoci anche dei morti non si sa ancora con certezza il loro numero esatto. L’aereo si è schiantato durante l’atterraggio, perdendo il controllo dopo aver colpito alcuni attrezzi per la manutenzione presenti sulla pista.

Stando a quanto riportato dai media statunitensi, sembra che a bordo del velivolo ci fossero 13 persone, di cui 10 passeggeri e 3 membri dell’equipaggio. Secondo il commissario del dipartimento per i servizi d’emergenza James Rovella ci sarebbero stati dei decessi nello schianto, ma il loro numero esatto non è ancora stato confermato. Lo stesso Rovella ha affermato di non voler sbilanciarsi sul numero delle vittime a causa della difficoltà nell’identificare i corpi. Continua a leggere dopo la foto







Non è chiaro se i morti siano persone presenti sull’aereo o sulla pista. Ma cosa è successo precisamente? Nessuno lo sa ancora con precisione. Si sa solo che i feriti sarebbero 14, tra cui una persona che si trovava vicino all’attrezzatura colpita dall’aereo durante l’atterraggio. Sul posto sono immediatamente giunte le squadre dei Vigili del Fuoco e del Pronto Intervento, che hanno trasportato i feriti presso l’ospedale di Hartford. Continua a leggere dopo la foto




I pompieri sono stati impegnati a lungo nelle operazioni di spegnimento, dato che a seguito dell’incidente si era innalzata una gigantesca colonna di fumo denso e nero. Al momento stanno indagando sulle cause dell’incidente sia l’Fbi che Faa, l’agenzia federale statunitense per l’aviazione civile. Tra i primi ad esprimere il loro cordoglio nei confronti delle vittime dell’incidente è stato il senatore del Connecticut Richard Blumenthal, ex Procuratore generale per lo stesso stato dal 1991 al 2011. Continua a leggere dopo la foto


 


L’uomo in una nota ufficiale ha affermato: “I nostri cuori vanno ai parenti delle vittime. Loro e i cittadini meritano di conoscere i fatti e le cause di questo tragico incidente. Sto chiedendo che venga avviata un’immediata indagine del National Transportation Safety Board, al fino di arrivare a fondo di ciò che è accaduto e prevenire tragedie future. L’NTSB dovrebbe essere sulla scena il più presto possibile, con l’assistenza di altre agenzie come l’FAA “. Un situazione davvero orribile.

Ti potrebbe anche interessare: Rapisce, violenta e uccide barbaramente una bimba di 9 anni. Lui ne ha soltanto 12

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it