Lady Diana, il ricordo commovente del Principe William: “Cosa mi disse nell’ultima telefonata”


Nel giorno del ventiduesimo anniversario della morte di Lady Diana, arrivano scottanti rivelazioni sugli ultimi istanti di vita della principessa del popolo. Lo speciale andato in onda su La5 ha ricordato, grazie al lavoro della conduttrice Lavinia Orefici e del direttore di Novella 2000 Roberto Alessi, i venti anni in cui la Spencer è diventata icona di stile di carisma e di umiltà. Lo ha fatto anche ripercorrendo gli ultimi minuti della sua vita.

Come, ad esempio, l’ultima telefonata che fece al figlio William. “Lei era a Parigi – ha ricordato lui – io e mio fratello eravamo in Scozia in vacanza con i nostri cugini. Era sera e squillò il telefono. Quando eravamo piccoli non amavamo parlare al telefono con i nostri genitori. Se avessi saputo che era l’ultima telefonata non sarei stato così sbrigativo. Ci ha ricoperto d’amore”. Continua a leggere dopo la foto.



Il racconto su Lady Diana continua con le dichiarazioni del Principe Harry: “Poi arrivò il mio turno. Parlammo cinque minuti, se avessi saputo che era l’ultima volta che la sentivo avrei proseguito la telefonata. Ci penso spesso”. Un racconto straziante, commovente, tremendo. Che il giornalista Roberto Alessi commenta così: “Diana è stata una moglie che un certo tipo di uomini considera una nemica in casa, perché non accettava le ingiustizie e si ribellava”. Altre rivelazioni erano arrivate sempre ieri per bocca di un testimone oculare dell’incidente del 31 agosto 1997. Continua a leggere dopo la foto.


Si chiama Le Van Thanh e le sue dichiarazioni sono state riportate nel libro Diana: Case Solved, che uscirà in Gran Bretagna il prossimo 12 settembre prossimo. Il giornalista investigativo Colin McLaren, autore del libro insieme al collega Dylan Howard, ha contattato l’uomo, che afferma di essere l’uomo alla guida della Fiat Uno contro la quale si schiantò l’auto di Diana e Dodi Al-Fayed. Continua a leggere dopo la foto.


“Stavo guidando la Fiat Uno e all’improvviso l’auto di Diana mi è piombata addosso” ha dichiarato il testimone che spiega come a provocare l’incidente sarebbe stato il guidatore di un’altra auto, un uomo francese: “La polizia ha ricostruito la dinamica dello schianto ma non ha fatto trapelare nulla per proteggere il loro connazionale che avrebbe causato la morte di Diana”.

“Quella sera ero lì”. Lady Diana, le rivelazioni di un testimone sull’incidente