Esplode autocisterna, 57 morti e 70 feriti. Soccorsi sul posto: “È l’Apocalisse”


Almeno 57 persone che cercavano di raccogliere il carburante da un’autocisterna nei pressi della cittadina di Morogoro, in Tanzania, sono rimaste uccise dall’esplosione del combustibile. Altre 70 risultano ferite. Lo riferiscono i media locali. Succede in Tanzania

Le vittime sono in maggior parte motociclisti e venditori di cibo che lavoravano sulla strada dell’esplosione. Secondo i testimoni oculari, alcune persone si erano avventate sulla cisterna per cercare di raccogliere carburante con delle taniche, ma molte altre erano semplicemente di passaggio per la strada che si trova circa duecento metri dallo stazionamento dei bus. L’autocisterna si era schiantata contro alcuni alberi, riversando così il carico di benziona che ha innescato l’esplosione. Raccapriccianti le immagini della tragedia pubblicate sui social media. Simili incidenti, in cui persone restano uccise nel tentativo di recuperare carburante, sono comuni nell’Africa Orientale. Continua dopo la foto



Nel 2013 in un’esplosione simile sono morte 29 persone a kampala, capitale dell’Uganda. Uno scenario catastrofico che ricorda per certi versi quello sul Raccordo dell’A14, zona Borgo Panigale, che aveva gettato nel panico gli automobilisti in coda e non solo. Diverse le segnalazioni che, in un primo momento, erano arrivate da più parti del capoluogo emiliano, e che chiedevano con apprensione cosa fosse accaduto. Continua dopo la foto


Nelle immagini si vedeva un’autocisterna piombare sui mezzi pesanti in coda in autostrada e tamponare violentemente il tir davanti, che prendeva subito fuoco. L’esplosione del camion, che trasportava sostanze infiammabili,era avvenuta in un secondo momento. Pesantissimo il bilancio con un morto nell’impatto e circa un centinaio di feriti. Diversi i danni nell’area circostante. Il ponte che sovrasta viale Marco Emilio Lepido era diventato instabile. Parte era crollata inseguito all’esplosione. Continua dopo la foto


 


I detriti erano schizzati lontano, provocando danneggiamenti, oltre che alle auto presenti sul posto, anche ad alcuni edifici nelle vicinanze. Sia pubblici che privati. E’ nel caos era finita la circolazione stradale, dopo la chiusura della A14, nel raccordo tra Bologna e Casalecchio. Anche Via Marco Emilio Lepido era stata interdetta al traffico, così come un tratto della Tangenziale. La circolazione nell’intera area era rimasta paralizzata per ore.

Ti potrebbe anche interessare: Il mare restituisce il corpo di Carlo, trovato a 500 metri dalla riva