Inferno in autostrada: bus in fiamme. Almeno 5 morti, anche un bambino


Ancora fiamme e tanta paura in autostrada. Stavolta in Turchia, dove questo pomeriggio un clamoroso incidente ha bloccato la circolazione e portato fuoco e morte sull’asfalto. Un pullman partito da Ankara e che aveva come direzione Cannakkale ha preso fuoco durante il tragitto, per cause ancora da accertare. Il bilancio è tremendo: ci sono almeno 12 feriti mentre 5 i morti accertati. Il bus era di tipo turistico e trasportava 30 persone.

Molti dei quali sono riusciti a scappare prima che il pullman scoppiasse. Sul luogo tanta paura e spavento, mentre le autorità turche sono al lavoro per capire come sia stato possibile questo incidente. L’autostrada, situata nella parte occidentale della Turchia è stata letteralmente bloccata e stando a quanto si legge sui siti di informazione locali tra cinque morti ci sarebbe anche un bambino. Una notizia che non fa che rendere ancora più drammatico il tutto. Continua a leggere dopo la foto.



L’autista, una volta viste le fiamme divampare con violenza nella parte posteriore, è riuscito a fermare il bus e ad accostare. Una cosa simile era successa nei giorni scorsi qui in Italia. Vi avevamo raccontato infatti di un nuovo incidente che ha infiammato l’autostrada bloccando il traffico e causando tanti danni alla circolazione. Il bilancio in questo caso è stato di un morto. È successo al chilometro 3 del raccordo A1-A14, in Emilia Romagna. Continua a leggere dopo la foto.


Il luogo era proprio lo stesso in cui, ormai un anno fa, era avvenuta una nuova esplosione. L’incidente di quest’anno invece è stato creato da due mezzi pesanti autoarticolati si sono scontrati nella corsia di marcia. Immediatamente una fitta colonna di fumo molto denso si è alzata al cielo, risultando visibile da molto lontano e il fuoco è divampato in un attimo. Per uno dei due guidatori non c’è stato niente da fare. Continua a leggere dopo la foto.


E le notizie che arrivano dalla Turchia non sono diverse. Nel 2019 si continua a morire sull’asfalto, si continua a morire in strada. Per incendi ed esplosioni che ovviamente possono essere evitabili. Serve più sicurezza e forse più tecnologia.

Schianto tremendo: muore chef di 24 anni, gravissima la figlia della nota attrice