Paura in metro: attacco con gas lacrimogeno. È caccia a due uomini


C’è un allarme che fa tremare Londra e ha fatto subito pensare ad un attentato terroristico. L’attacco, avvenuto nelle ultime ore nella metropolitana di Londra, è stato effettuato attraverso gas nocivi. Subito bloccata la circolazione e attivata la task force di sicurezza. Perché il terrore di un nuovo colpo ad opera di terroristi è sempre molto vivo e la paura, in questi casi, tende a farla da padrone. Scene di panico infatti si sono registrate subito dopo l’annuncio via radio.

Ci troviamo alla stazione di Oxford Circus, centralissima per quanto riguarda la geografia del trasporto londinese. Diversi passeggeri coinvolti con gravi difficoltà di respirazione e gravi casi di tosse intensa, sul posto sono quindi arrivati soccorsi e personale paramedico, che fanno sapere comunque come le loro condizioni non siano eccessivamente preoccupanti. Tutto è accaduto intorno alle 9.13 locali, quando in Italia erano le 10.13 e la notizia ha fatto immediatamente il giro del mondo. Continua a leggere dopo la foto.








La British Transport Police è stata allertata immediatamente e la carrozza del treno coinvolta è stata rimossa dalla circolazione e messa in deposito, secondo la Bbc, per i rilievi del caso e le indagini degli inquirenti. Che, stando ai sintomi di intossicazione delle persone coinvolte, avanza come ipotesi quella di un gas lacrimogeno, che è comunque indolore e incolore. Le autorità hanno immediatamente individuato i responsabili dell’attacco: sarebbero due uomini, le cui immagini sono state pubblicate immediatamente sui canali social della Polizia. Continua a leggere dopo la foto.






Per la British Transport Police non sono però “sospettati”, ma persone “in possesso di informazioni che potrebbero essere rilevanti per le indagini”. Il primo sarebbe un uomo intorno alla trentina, con capelli scuri. Il secondo è invece rossiccio, e appare più giovane. Entrambi indossano jeans, t-shirt e scarpe sportive. E intanto iniziano ad affiorare i primi racconti dei testimoni, come quello di Renae Brown: “Avevamo appena lasciato Green Park quando c’è stato un po’ di trambusto nel vagone accanto al nostro, ma non riuscivamo a capire cosa stesse accadendo”. Continua a leggere dopo la foto.



“Abbiamo pensato che la borsa di qualcuno fosse rimasta incastrata tra i due vagoni. Poi dal vagone accanto sono arrivati due uomini barcollando, abbiamo pensato fossero ubriachi. Allora tutti hanno cominciato a tossire e a scostarsi. Il mio primo pensiero è stato di andarmene e ho sperato che nessuno tirasse il freno d’emergenza perchè saremmo rimasti bloccati. Appena arrivati a Oxford Circus siamo scappati”. Seguiranno novità già nelle prossime ore e noi, ovviamente, vi terremo aggiornati.

“Li abbiamo trovati così”. In vacanza insieme, l’orrore per questa famiglia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it