“Le vuole vergini e piccole di età”. Una “squadra del piacere” al seguito, sempre pronta a soddisfare le sue voglie. Un destino terribile per tante ragazze. L’ultima, agghiacciante trovata del dittatore che ha fatto inorridire il mondo


 

Giovani, in ottima salute. E naturalmente vergini. Ragazzine scelte tra i banchi di scuola, strappate alle famiglie dopo la decisione di una “commissione di esperti” e che potranno tornare a casa solo dopo 10 anni, con l’obbligo di non raccontare mai quanto visto. Le “squadre del piacere” sono una tradizione che il dittatore della Corea del Nord aveva interrotto alla morte del padre, ma che ora ha deciso di ripristinare.

(Continua a leggere dopo la foto)



Stando a quanto riportato dalle principali testate nazionali, infatti, il 33enne Kim Jong-un avrebbe particolarmente apprezzato i massaggi e le cure che le infermiere gli avevano dato dopo una grave crisi di gotta, al punto di volersi circondare perennemente di ragazzine (come usava fare anche il padre).


 

Tra i compiti delle giovani ci sono anche spettacoli erotici e varie e proprie prestazioni sessuali. Il tutto in villa private del regime, visto che il leader nordcoreano è sposato e ha anche un bambino. Da quando è asceso al trono di dittatore, nel dicembre del 2011, Kim è stato anche più repressivo del padre e del nonno: una settantina le persone giustiziate, incluso uno zio, e il proseguimento della sfida nucleare agli Stati Uniti.


 

Il clima di terrore in cui vivono i cittadini fa ora sì che le famiglie si ritrovino costrette a subire in silenzio anche le nuove “squadre del piacere”.Una giovane riuscita a fuggire anni fa a questo terribile destino aveva raccontato che le ragazze venivano “pensionate” appena raggiunti i 25 anni, Alcune venivano rimandate a casa con dei soldi, altre date in moglie a vecchi generali e spedite a vivere in luoghi reconditi.

 

Bomba nucleare esplode nella Corea del Nord di Kim Jong-un e provoca un terremoto: ecco cos’è successo