Sparatoria in chiesa durante la messa: un morto e diversi feriti. Cosa è successo


Una persona è rimasta uccisa, un’altra ferita in una sparatoria avvenuta presso una chiesa della località di Salmon Arm, nell’ovest del Canada. A renderlo noto l’emittente CBC, precisando che l’incidente è avvenuto nella provincia della Columbia Britannica. A sparare un uomo di 25 anni, poi arrestato dalle forze dell’ordine, che ha colpito a morte un uomo di 78 anni, Gordon Parmenter, mentre nella chiesa era in corso una cerimonia.

“Un giovane uomo è appena entrato in chiesa con un fucile stile assalto e ha preso di mira un uomo nella chiesa, ed era mio padre, e gli ha sparato”, ha detto Dave Parmenter. Secondo quanto raccontato dal figlio della vittima il tiratore ha lasciato la scena e è tornato qualche istante dopo. A quel punto i membri della chiesa lo hanno bloccato a terra e lo hanno trattenuto fino all’arrivo della polizia. (Continua a leggere dopo la foto)



“Io e alcuni altri abbiamo lottato con l’uomo a terra e gli abbiamo portato via l’arma”. Domenica scorsa, la polizia ha confermato che due persone sono rimaste ferite, una delle quali mortalmente, in chiesa. Il secondo ferito è stata trasportata in aereo in condizioni stabili, ha detto la polizia in un comunicato stampa. La polizia è stata chiamata sulla scena poco dopo le 10:30 del mattino. (Continua a leggere dopo la foto)


I testimoni hanno detto che un uomo sui 25 anni era entrato in chiesa e aveva iniziato a sparare contro i fedeli che in quel momento si trovavano al suo interno a pregare. A quel punto l’uomo è stato avvicinato da alcuni parrocchiani e bloccato in attesa della polizia. Il 25enne è stato quindi arrestati dagli agenti. Il fucile utilizzato per l’assalto è stato sequestrato e il giovane preso in custodia dalla polizia, che lo ha fatto rinchiudere in carcere in attesa del processo. Dave Parmenter ha spiegato che l’uomo arrestato dalla polizia “è molto noto alla nostra famiglia e ha problemi con problemi di salute mentale”. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Parlando del padre, Parmenter ha detto era un uomo di fede, un falegname di mestiere e una persona che si prodigava sempre per gli altri. “Per anni ha prestato servizio nella sua chiesa, dedicando moltissimo del suo tempo ai bisognosi e alle persone meno fortunate”, ha detto.”La morte di mio padre ha rattristato tutta la comunità. È una cosa così triste. Adesso ci sono molti feriti che devono riprendersi, non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Ma anche il giovane è una vittima”.

Accordo Bbc-Discovery, Paolo Lugiato: “È la Prima guerra mondiale della televisione”