Sembra un albergo come tutti gli altri ma all’interno non c’è… anima viva! Arriva infatti il primo hotel che ospita soltanto cadaveri. Non ci credete? Ecco il perché di questa incredibile scelta


 

Trovare una stanza è possibile, anche se bisogna muoversi in anticipo. La colazione per gli ospiti non è però prevista, come non c’è alcuna sveglia che suona al mattino. Sì, perché all’interno delle varie camere si trovano soltanto dei defunti, e di persone vive e vegete per i corridoi non c’è traccia.

(Continua a leggere dopo la foto)







Quella che state leggendo non è la trama di un film horror, ma una bizzarra trovata andata in scena in Giappone. Come racconta la testata inglese Mirror, infatti, il Paese ha dei seri problemi con le procedure di cremazione dei defunti: i centri abilitati per la procedura sono pochi a fronte del numero dei decessi, e così il rischio è quello di dover attendere un po’ prima di poter stringere tra le mani l’urna con le ceneri dello scomparso.






 

Come fare, allora? Creando delle strutture, di nome Sousou, dove tenere al fresco i corpi, un “hotel per cadaveri” che prevede la conservazione delle salme a bassa temperatura. Un’idea che viene incontro soprattutto alle esigenze delle grandi città: a Tokyo, per esempio, esistono soltanto 26 crematori e nel solo 2014 sono morte oltre 110mila persone.



Le stanze possono essere affittate anche per quattro giorni di fila, e a giudicare dagli incassi l’idea sembra funzionare bene per il momento. Il prezzo? Neanche troppo alto: più o meno 60 euro a notte. “Teniamo molto alla discrezione e all’immagine, e assicuriamo una perfetta pulizia – si legge nelle promozioni dello strano business – i nostro alberghi sono belli e curati come tutti gli altri, dall’esterno è impossibile notare la differenza”.

 

“Aspetto, voglio vedere tutti i cadaveri…”. Ora Belen è in versione vendicatrice: non ha proprio digerito queste brutte voci che girano sul suo conto…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it