Tragedia in volo, cade elicottero: morta la coppia ‘vip’ della politica


Martha Erika Alonso, governatrice dello stato messicano di Puebla, è morta nella notte italiana tra lunedì e martedì a causa dello schianto dell’elicottero su cui stava viaggiando. Insieme a lei sono morti anche suo marito, il senatore Rafael Moreno Valle, i due piloti e un terzo passeggero. L’incidente si è verificato poco dopo il decollo, nell’area di Puebla. Non si conoscono ancora le cause e finora i giornali locali hanno parlato di un «problema tecnico» non meglio specificato.

Alonso aveva 45 anni, era iscritta al partito di centrodestra PAN ed era stata la prima donna a diventare governatrice nello stato di Puebla. La sua morte è stata confermata anche dal presidente messicano Andrés Manuel López Obrador, che su Twitter ha promesso di avviare un’indagine per scoprire le cause dell’incidente e «attuare di conseguenza». (Continua dopo la foto)




Quello in cui è morta Martha Erika Alonso è solo l’ultimo di una serie di incidenti in elicottero che negli ultimi anni hanno provocato la morte di politici messicani. Nel 2011, per esempio, era morto l’allora ministro dell’Interno Francisco Blake Mora; nello stesso anno, l’elicottero di un altro ministro del governo si era schiantato uccidendo 13 persone. (Continua dopo la foto)




La donna, 45 anni, era stata eletta lo scorso luglio, ma si era insediata ufficialmente circa due settimane fa, a capo dello stato di Puebla, succedendo a suo marito Moreno, in carica dal 2011 al 2017, prima che quest’ultimo intraprendesse la corsa per la leadership nazionale del partito di Azione nazionale. La coppia era molto conosciuta nel Paese sudamericano: molto attivi sui social network, dove avevano centinaia di migliaia di seguaci e considerati una delle coppie più glamour del mondo politico, erano anche molto presenti nelle trasmissioni televisive. (Continua dopo la foto)


 


Nel suo ultimo tweet, postato poche ore prima dell’incidente, la governatrice aveva rivolto un messaggio di auguri alle famiglie del suo territorio: “So che nel 2019 ci aspettiamo grandi sfide, ma insieme possiamo far in modo che sia un anno di prosperità e di pace per lo Stato”, aveva detto.

Ti potrebbe anche interessare: Vince un milione e li perde un attimo dopo. Da restarci secchi: cosa è successo