È il cadavere di Laura. È la fine: era scomparsa da giorni. Aveva 26 anni


Aveva 26 anni e da mercoledì 12 dicembre di Laura Luelmo si erano perse le tracce. L’hanno cercato in lungo in largo dal piccolo dentro di El Campillo, in Andalusia, ultimo posto dove è stata vista, nel raggio di 100 km. Ore di ansia, angoscia e speranza: naufragata nella serata di ieri. Laura Luelmo è stata ritrovata senza vita in una zona boschiva, a circa un chilometro dal centro abitato.

Le ricerche per trovare la professoressa hanno coinvolto l’intera cittadina: ben 200 volontari vi hanno preso parte. Alla fine, è stato proprio un residente di El Campillo, dove da una settimana soggiornava, ad avvistare un corpo che giaceva in un’area boschiva, allertando le autorità. Nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 17 dicembre, la Guardia Civil e Alfonso Rodríguez Gómez de Celis, delegato del Governo andaluso, ha confermato che il cadavere ritrovato stamattina nascosto da una fitta vegetazione, appena fuori El Campillo, è quello di Laura Luelmo. (Continua dopo la foto)







La giovane insegnante era arrivata in Andalusia lo scorso 4 dicembre: aveva ottenuto un incarico da supplente presso una scuola professionale, l’Instituto de Enseñanza Secundaria Vázquez Díaz, del comune di Nerva. Qualche giorno fa, dopo pranzo, era uscita di casa per andare a correre e non era più rientrata. Il giorno seguente, i famigliari della giovane, non riuscendo a mettersi in contatto con lei al telefono, preoccupati, avevano dato l’allarme e presentato denuncia. (Continua dopo la foto)




Erano stati i familiari a denunciare la scomparsa di Laura, che, indossando abiti sportivi, era uscita dall’appartamento dove viveva per andare a correre. I suoi effetti personali non sono mai stati trovati, e l’ultima volta che il suo cellulare era stato agganciato si trovava a 9 km dal suo appartamento. Gli inquirenti, anche in segno di rispetto nei confronti della famiglia di Laura Luelmo, stanno mantenendo il più stretto riserbo sulle indagini e non hanno rivelato alcun dettaglio. (Continua dopo la foto)


 


Non è dato sapere, dunque, come la professoressa sia morta e neppure se ci sono dei sospettati. Come spiegato dal portavoce del governo andaluso, la Guardia Civil, non esclude, al momento, alcuna ipotesi: Laura potrebbe aver avuto un incidente mentre si allenava, ma potrebbe anche essere stata uccisa.

Juan Ignacio Zoido Álvarez, Ministro dell’Interno, nelle scorse ore ha espresso, con un tweet, cordoglio e vicinanza alla famiglia di Laura.

Ti potrebbe anche interessare: Luciana Littizzetto, è finita col compagno storico: chi è Davide Graziano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it