“Mamma aiuto, fa male”. A 7 anni finisce in ospedale per un gesto semplicissimo


 

Una bambina di sette anni finita all’improvviso in ospedale per quella che doveva essere un’azione banale, di quelle che tante persone hanno effettuato più e più volte nel corso delle loro vite. E che però ha finito per avere delle conseguenze impreviste e davvero spiacevoli, come raccontato dalla madre che ha denunciato l’accaduto sperando di poter così avvisare tante altre ragazze. La piccola si trovava in un negozio della catena Claire’s dove si era recata perché voleva farsi bucare l’orecchio per mettere il suo primo orecchino. Proprio l’accessorio, però, ha finito per incastrarsi sotto la pelle della bimba, costringendo così lei e la madre a una corsa in ospedale per riuscire a risolvere il guaio in cui si era infilata. Il tutto accompagnato dalle urla e dai pianti della sfortunata protagonista di questa vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)








A raccogliere la testimonianza della donna che ha denunciato l’accaduto è stato il Mirror. La donna, Suzie Nisbet, ha accompagnato di corsa la figlia in ospedale visto che non riusciva a liberare la bambina con l’aiuto degli addetti al reparto apposito del negozio. Qui i dottori sono stati costretti a praticare un’incisione sull’orecchio della piccola così da poterla liberare dell’orecchino, un’operazione non banale che ha spaventato molto le due. (Continua a leggere dopo la foto)





Suzie, 39 anni, ha raccontato che la piccola aveva messo per la prima volta l’orecchino pochi mesi prima. Lo staff le aveva assicurato che dopo solo tre settimane avrebbe potuto cambiare l’accessorio con altri a suo piacimento e che tutto quello che doveva fare era pulire le orecchie con una lozione apposita. Indicazione che le due hanno seguito alla lettera ma che non sono servite a evitare il pericoloso incidente che si è poi verificato. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Stando a quanto raccontato sempre dalla donna, l’operazione per liberare la ragazzina dall’orecchino si è rivelata così dolorosa da richiedere l’intervento di due infermiere per tenere ferma e calma la paziente durante l’incisione, rassicurandola e assicurandosi che non tentasse di alzarsi e fuggire. L’azienda contro la quale Suzie ha puntato il dito non ha al momento risposto alle accuse.

Infezione dopo aver mangiato sushi: la mano diventa così. Medici costretti ad amputarla. Dove è successo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it